Cagliari
3
Genoa
1
2. tempo
(0-0)
SC Kriens
1
Grasshopper
2
fine
(1-0)
FEDERER R./ZVEREV A.
2
SHAPOVALOV D./SOCK J.
0
fine
(6-3 : 7-5)
Ambrì
2
Ginevra
3
fine
(1-0 : 1-2 : 0-0 : 0-0 : 0-1)
Berna
1
Bienne
2
fine
(0-1 : 1-0 : 0-0 : 0-0 : 0-1)
Langnau
5
Zugo
3
fine
(2-1 : 1-2 : 2-0)
Zurigo
5
Losanna
0
fine
(1-0 : 4-0 : 0-0)
Cagliari
SERIE A
3 - 1
2. tempo
0-0
Genoa
0-0
PEDRO JOAO
39'
 
 
1-0 SIMEONE GIOVANNI
46'
 
 
 
 
73'
SAPONARA RICCARDO
 
 
83'
1-1 KOUAME CHRISTIAN
 
 
84'
1-2 ZAPATA CRISTIAN
2-2 PEDRO JOAO
87'
 
 
39' PEDRO JOAO
46' 1-0 SIMEONE GIOVANNI
SAPONARA RICCARDO 73'
KOUAME CHRISTIAN 1-1 83'
ZAPATA CRISTIAN 1-2 84'
87' 2-2 PEDRO JOAO
Venue: Sardegna Arena.
Turf: Natural.
Capacity: 16,233.
History: 15W-12D-13W.
Goals: 54-53.
Age: 27,6-26,4.
Sidelined Players: CAGLIARI CAGLIARI - Radja Nainggolan (Calf), Paolo Farago (Knee), Alessio Cragno (Shoulder), Leonardo Pavoletti (Cruciate Ligament).
GENOA - Stefano Sturaro (Cruciate Ligament).
VAR Video Referee.
Ultimo aggiornamento: 20.09.2019 22:32
SC Kriens
CHALLENGE LEAGUE
1 - 2
fine
1-0
Grasshopper
1-0
1-0 ABUBAKAR ASUMAH
8'
 
 
 
 
63'
1-1 SUBOTIC DANIJEL
 
 
69'
1-2 NJIE ALLEN
8' 1-0 ABUBAKAR ASUMAH
SUBOTIC DANIJEL 1-1 63'
NJIE ALLEN 1-2 69'
Venue: Ground Stadion Kleinfeld, Kriens.
Turf: Natural.
Capacity: 5,360 (540 seated).
Ultimo aggiornamento: 20.09.2019 22:32
FEDERER R./ZVEREV A.
2 - 0
fine
6-3
7-5
SHAPOVALOV D./SOCK J.
6-3
7-5
LAVER CUP
LAVER CUP MEN DOUBLES
Team Europe - Team World 3-1.
Match 4.
Ultimo aggiornamento: 20.09.2019 22:32
Ambrì
LNA
2 - 3
fine
1-0
1-2
0-0
0-0
0-1
Ginevra
1-0
1-2
0-0
0-0
0-1
1-0 ZWERGER
2'
 
 
 
 
22'
1-1 LE COULTRE
2-1 FORA
29'
 
 
 
 
30'
2-2 MAILLARD
2' 1-0 ZWERGER
LE COULTRE 1-1 22'
29' 2-1 FORA
MAILLARD 2-2 30'
Ultimo aggiornamento: 20.09.2019 22:32
Berna
LNA
1 - 2
fine
0-1
1-0
0-0
0-0
0-1
Bienne
0-1
1-0
0-0
0-0
0-1
 
 
15'
0-1 KREIS
1-1 UNTERSANDER
32'
 
 
KREIS 0-1 15'
32' 1-1 UNTERSANDER
Ultimo aggiornamento: 20.09.2019 22:32
Langnau
LNA
5 - 3
fine
2-1
1-2
2-0
Zugo
2-1
1-2
2-0
 
 
7'
0-1 SIMION
1-1 HUGUENIN
15'
 
 
2-1 SCHILT
17'
 
 
 
 
21'
2-2 ALBRECHT
3-2 KUONEN
23'
 
 
 
 
39'
3-3 MCINTYRE
4-3 PESONEN
52'
 
 
5-3 PESONEN
60'
 
 
SIMION 0-1 7'
15' 1-1 HUGUENIN
17' 2-1 SCHILT
ALBRECHT 2-2 21'
23' 3-2 KUONEN
MCINTYRE 3-3 39'
52' 4-3 PESONEN
60' 5-3 PESONEN
Ultimo aggiornamento: 20.09.2019 22:32
Zurigo
LNA
5 - 0
fine
1-0
4-0
0-0
Losanna
1-0
4-0
0-0
1-0 PEDRETTI
10'
 
 
2-0 BALTISBERGER
29'
 
 
3-0 SIMIC
32'
 
 
4-0 BODENMANN
33'
 
 
5-0 BODENMANN
40'
 
 
10' 1-0 PEDRETTI
29' 2-0 BALTISBERGER
32' 3-0 SIMIC
33' 4-0 BODENMANN
40' 5-0 BODENMANN
Ultimo aggiornamento: 20.09.2019 22:32
Estero
02.10.2017 - 14:320
Aggiornamento : 19.06.2018 - 15:43

"Sembravano fuochi d'artificio", invece è la sparatoria più sanguinosa della storia degli Stati Uniti. 50 morti e 200 feriti a Las Vegas, non sarebbe però terrorismo

"Sembra più l'azione di un lupo solitario", ha detto la Polizia, che ha ucciso l'attentatore, un 64enne residente nel Nevada. Ha sparato dal 32esimo piano di un albergo sulla gente che assisteva a un festival di musica country. Identificata anche la sua compagna GUARDA IL VIDEO

LAS VEGAS – “Sembravano fuochi d’artificio”. È la frase che ripetono sconvolti dei testimoni dopo la sparatoria di Las Vegas. Stavano assistendo a un festival di musica country, e inizialmente, la band sul palco ho continuato a suonare, senza capire che cosa stesse accadendo.

Poi, il panico. 45 secondi, e le note provenienti dal palco hanno taciuto, sostituite dalle urla, dal panico, dalla gente che fuggiva. 50 i morti, 200 i feriti, nelle vicinante dell’hotel Mandalay Bay, un bilancio atroce, con gli spari che sono arrivati dall’alto, implacabili.

Un dettaglio agghiacciante riguarda una donna, che aveva detto “morirete tutti”, prima di essere portata via perché infastidiva il pubblico: purtroppo, le sue parole si riveleranno profetiche, non si sa se sapeva qualcosa.

L’attentatore è morto in uno scontro con gli agenti. Si tratta di un 64enne residente in Nevada di nome Stephen Paddock, che ha sparato da una stanza al 32esimo piano dell’hotel, la stessa stanza dove sono state rinvenute numerose armi.

''A questo punto non consideriamo la sparatoria un atto di terrorismo” afferma la polizia di Las Vegas “Sembra più un'azione di un lupo solitario''. Intanto, è la sparatoria più sanguinosa della storia degli Stati Uniti, un ben triste primato.

La Polizia ha intanto rintracciato una donna asiatica che viveva con l’attentatore, Mary Lou Dandley. Non si sa se sarà trattenuta o se ha qualcosa a che fare con la sparatoria. Le forze dell’ordine pregano chiunque abbia video, anche amatoriali, di consegnarli, in modo da facilitare le indagini.
Tags
sparatoria
las vegas
las
vegas
feriti
terrorismo
fuochi
artificio
attentatore
storia
© 2019 , All rights reserved