Estero
24.12.2019 - 12:330

"Non stupiamoci se Varese sogna di diventare il 27esimo Cantone Svizzero!"

Matteo Bianchi ha visto sconfitta a Roma la sua proposta di un regime fiscale favorevole per i varesini che, invece di venire a lavorare da noi, rimangono in loco. E un utente: "Grazie alla Svizzera non siamo (in difficoltà, ndr) come il Sud"

ROMA – Regime fiscale incentivante per i lavoratori della Provincia di Varese, per far sì che essi decidano di rimanere a lavorare in loco e non si dirigano verso la Svizzera? Roma dice no: 290 voti contro e 187 favorevoli (con contrari PD e 5Stelle)

E il deputato leghista Matteo Bianchi si lascia andare a uno sfogo: :”Non lamentiamoci se qualcuno del nostro territorio percepisce di essere abbandonato e sogna di diventare il 27esimo cantone elvetico”.

Un desiderio, secondo il sito Internet malpensa24, che contraddistingue buona parte dei varesini.

“Delusione e rabbia per un Governo che non capisce le dinamiche di un territorio particolare come il nostro! La proposta andava ben oltre l’aspetto economico, ed aveva anche la presunzione di poter far qualcosa per frenare il fenomeno del frontalierato, tenendo i lavoratori nella nostra provincia grazie ad un intervento positivo sul cuneo fiscale”, ha commentato amaramente sui social Bianchi.

Da notare come un utente gli abbia risposto: “Grazie alla Svizzera non siamo (in difficoltà, ndr) come il sud d'Italia”, e una lode per il nostro Paese, quando spesso tra frontalieri e ticinesi c’è un fuoco incrociato di insulti, fa ben sperare. È Natale, ma ci auguriamo non sia solo quello.

© 2020 , All rights reserved