ULTIME NOTIZIE News
Cronaca
23.03.2021 - 10:310

In due anni fa entrare illegalmente in Ticino più di 200 orologi di lusso!

Il traffico si sarebbe svolto tra il 2014 e il 2016, protagonista un 36enne italiano, che avrebbe trasportato la merce da diversi valichi. L'aveva acquistata da gioiellerie italiane e la rivendeva a una società elvetica con un punto vendita a Lugano

BELLINZONA - L’Amministrazione federale delle dogane (AFD) ha portato a termine un’inchiesta inerente il contrabbando di almeno 217 orologi di lusso provenienti dall’Italia e destinati al mercato svizzero, venduti in particolare sulla piazza luganese. L’AFD ha richiesto tributi doganali per oltre 130 mila franchi.

Gli inquirenti dell’Amministrazione federale delle dogane (AFD) hanno chiuso un’inchiesta per un contrabbando di orologi di lusso. Il traffico illegale, venuto a galla anche grazie alla collaborazione con le autorità doganali italiane, riguarda in modo particolare la piazza luganese.

Il traffico si è protratto per almeno due anni, tra marzo 2014 e marzo 2016. Il principale accusato è un 36enne italiano (attualmente d’ignota dimora) che ha importato, a bordo dei propri veicoli e passando da diversi valichi ticinesi senza sdoganare la merce, non meno di 217 orologi di alto valore che erano stati acquistati in diverse gioiellerie in Italia. La merce è stata poi rivenduta in Svizzera dall’uomo ad una società elvetica con punto vendita sulla piazza luganese.

L’omessa dichiarazione costituisce un’infrazione alla Legge sulle dogane (LD) e alla Legge federale concernente l’imposta sul valore aggiunto (LIVA). L’AFD ha dunque chiesto, al principale incolpato e anche alla società svizzera alla quale è stata venduta la merce, poco più di 136 mila franchi svizzeri di tributi.

Potrebbe interessarti anche
Tags
due
orologi
lusso
due anni
anni
merce
ticino
società
traffico
italia
© 2022 , All rights reserved