ULTIME NOTIZIE News
Cronaca
07.11.2021 - 15:460

Vaccino, licenziamenti, test: non ci sono regole certe per le aziende

Michele Rossi, avvocato, delegato relazioni esterne e responsabile servizio giuridico Camera di commercio Canton Ticino risponde ad alcune domande relative a che cosa può fare un datore di lavoro

BELLINZONA - Un datore di lavoro può obbligare i suoi dipendenti a vaccinarsi? Se vuol che presentino il certificato Covid, chi paga i test ai non vaccinati? Tutte domande senza risposte certe che La Domenica ha posto a Michele Rossi, avvocato, delegato relazioni esterne e responsabile servizio giuridico Camera di commercio Canton Ticino, che precisa come al momento non ci siano regole certe per tutti e che eventuali procedimenti giudiziari potranno aiutare a crearle.

Ad oggi, comunque, "non è ammissibile un obbligo generale di vaccinazione per tutto il personale di un’azienda. Come detto vanno attentamente esaminate le singole situazioni e un obbligo è eventualmente ammissibile se la vaccinazione appare come l’unico strumento a disposizione per evitare contagi. Ciò significa che deve esserci un rischio elevato di contagio di dipendenti, o terze persone, non gestibile con altre misure di protezione", spiega.

Per quanto riguarda il certificato, invece, "i datori di lavoro lo possono fare nei loro piani di protezione solo se è una misura ragionevolmente pretendibile ed adeguata considerato lo svolgimento del lavoro in oggetto", come un autista che va spesso in paesi dove il green pass è obbligatorio. Ma chi pagherebbe eventuali tamponi? "Se è necessario effettuare i tamponi per svolgere il lavoro, le spese dei test singoli sono a carico del datore di lavoro".

Potrebbe interessarti anche
Tags
regole
regole certe
test
lavoro
datore
responsabile servizio giuridico
ticino
avvocato
domande
commercio
© 2022 , All rights reserved