Da Milanobelladadio
ULTIME NOTIZIE News
Cronaca
07.01.2022 - 13:070
Aggiornamento: 21.01.2022 - 14:40

Aggredita da trenta persone, un incubo durato un eterno minuto. "Mi strattonavano e non mi lasciavano"

Una 19enne si trovava con amici a Milano a festeggiare il Capodanno, è andata in bagno con un'altra ragazza ed è stata accerchiata da un branco di ragazzi. Aperto un fascicolo per violenza sessuale di gruppo, non sarebbe l'unico caso

MILANO - Accerchiata, solo contro un gruppo di energumeni che l'hanno strattonata più volte, rompendole il maglione. Una giovane 19enne, studentessa fuori sede, ha vissuto un incubo la prima notte dell'anno a Milano. Era circa l'1.30 e c'è voluta la Polizia in tenuta anti sommossa per liberarla dai suoi aggressori.

Era con degli amici, lei e un'altra ragazza si erano staccate da loro per andare al bagno e sono state aggredite da una trentina di giovani, molti dei quali, pare stranieri. L'amica è riuscita a uscire dalla calca grazie all'intervento di un'altra persona, lei no. "Sembrava scherzassero. Ma poi qualcuno mi ha strattonato con forza. Si sono fatti violenti. Ho pensato volessero rapinarmi e gli ho dato la borsa. Ma non mi lasciavano. Mi sono spaventata e ho iniziato a urlare", ha detto.

Il suo incubo è durato una cinquantina di secondi, sicuramente i più lunghi della sua vita. La Procura di Milano ha aperto un fascicolo per violenza sessuale di gruppo. Non sarebbe l'unica vittima, sarebbero state aggredite anche altre ragazze, sebbene in modo meno eclatante, tra cui due giovani straniere, schiacciate dal branco contro le transenne. Un 18enne è stato ferito alla testa da una bottiglia in una rissa: per qualcuno, è stata una notte di eccessi, non solo di festeggiamenti.

Potrebbe interessarti anche
Tags
lasciavano
durato
incubo
milano
gruppo
altra
fascicolo
accerchiata
altra ragazza
violenza sessuale
© 2022 , All rights reserved