ULTIME NOTIZIE News
Cronaca
05.03.2022 - 15:110

Il grido di Mariupol: "I civili non possono fuggire sotto i bombardamenti"

Il vicesindaco della città ucraina ha dichiarato come non si stia rispettando la tregua pensata per far evacuare le persone attraverso i corridoi umanitari

MARIUPOL - I russi avevano parlato di un cessate il fuoco per alcune ore per permettere ai civili ucraini di usufruire dei corridoi umanitari. Ma stando a quanto denunciato della autorità di Mariupol, una delle città più duramente colpite da questi giorni di guerra, la tregua non è rispettata.

Il vicesindaco Serhiy Orlov ha dichiarato alla Bbc: “I russi continuano a bombardarci e a usare l'artiglieria. È pazzesco. Non c'è cessate il fuoco a Mariupol e non c'è cessate il fuoco lungo tutto il percorso. I nostri civili sono pronti a fuggire ma non possono scappare sotto i bombardamenti”.

Dunque, ha fatto sapere il sindaco attraverso il canale Telegram della città, l'evacuazione è rinviata. 

Potrebbe interessarti anche
Tags
mariupol
bombardamenti
civili
possono
città
vicesindaco
tregua
dichiarato
corridoi
corridoi umanitari
© 2022 , All rights reserved