ULTIME NOTIZIE News
Cronaca
25.05.2022 - 01:020

Texas, ennesima strage americana: 18enne uccide 14 bambini in una scuola elementare

Morta anche un'insegnante. Il killer è la sedicesima vittima. Diversi i feriti, alcuni dei quali gravi

WASHINGTON – Il bilancio è tragico, eppure ancora provvisorio, e racconta con i suoi numeri agghiaccianti l’ennesima strage americana: quindici morti, un’insegnante e quattordici bambini, oltre a un numero ancora imprecisato di feriti, compresi due poliziotti. Alcuni dei feriti sono ricoverati in ospedale in gravi condizioni. Teatro di questa agghiacciante vicenda, accaduta a pochi giorni dalla carneficina in un supermercato di Buffalo, nello Stato di New York, è stata una scuola elementare a Uvalde, un villaggio rurale del Texas, a metà strada tra San Antonio e il confine messicano.

La polizia ha fatto sapere che il killer è morto, ed è la sedicesima vittima. Il governatore del Texas, Greg Abbott, ha detto che l’assassino era un abitante della cittadina. Secondo fonti ufficiose, ma considerate attendibili, si chiamava Salvador Ramos, ed era uno studente di 18 anni. Non è ancora chiaro se sia stato ucciso dai poliziotti o se si sia suicidato.

Il panico e il terrore si sono diffusi in pochi minuti a Uvalde, con i genitori dei bambini che si sono precipitati alla scuola e altri all’ospedale dove sono stati trasferite le vittime. Le autorità cittadine hanno subito aperto un centro di raccolta dove sono stati portati gli allievi, in modo da consegnarli alle madri e ai padri in attesa.

 

La strage è accaduta ieri, martedì 24 maggio, verso mezzogiorno ora locale. Poco prima il giovane killer aveva parcheggiato l’auto poco distante dalla Robb Elementary School, un grande complesso che ospita circa 600 studenti. Sarebbe entrato nell’edificio impugnando una pistola, ma il governatore Abbott ha aggiunto che probabilmente aveva anche un fucile. Poi ha iniziato a sparare alla cieca. La polizia è giunta in forza nell’edificio scolastico e un’ora dopo è giunta la conferma che Ramos era morto. Prima di compiere la strage, avrebbe sparato anche a sua nonna, di 66 anni, che pare sia ricoverata in serie condizioni.

“Prego per quelle famiglie”, ha detto il presidente Joe Biden, affidando il messaggio di cordoglio alla sua portavoce.

 

Uvalde è una cittadina di 15 mila abitanti, per due terzi “latinos”, e la Robb Elementary è frequentata in gran parte da figli di immigrati. Una delle piste seguite dagli inquirenti è dunque, ancora una volta, quella dell’odio razziale. Ma potrebbe esserci anche un’altra pista: Ramos era infatti un ex alunno della scuola e potrebbe aver agito per una folle vendetta personale.

Questa strage è tra le più gravi tra quelle avvenute in una scuola americana, dopo la carneficina alla Sandy Hook Elementary School di Newton, nel Connecticut, quando nel 2012 i morti furono 26 morti, 20 dei quali bambini tra i 6 e i 7 anni.

Il Texas è uno degli Stati in cui chiunque può procurarsi facilmente un’arma: asta avere un documento e qualche centinaio di dollari per comprare una pistola o un fucile.

 

Potrebbe interessarti anche
Tags
bambini
strage
ennesima strage americana
scuola
scuola elementare
ennesima strage
strage americana
texas
killer
feriti
© 2022 , All rights reserved