Elezioni 2019
18.03.2019 - 09:000

Per uno spazio al Mercato. Lite PS-Lega. "Non hanno chiesto il permesso". "Bambini frignoni"

I socialisti di Bellinzona hanno raccontato come la Lega abbia chiamato la Polizia. "Lo spazio è poco, ci stiamo tutti!". Ma per i leghisti il PS non aveva chiesto il permesso in Polizia

BELLINZONA – In tempo di campagna elettorale, abbondano gli incontri indetti dai candidati e le bancarelle dei partiti. Qualche volta, si arriva a essere gomito a gomito a spiegare perché il popolo dovrebbe votare, e si litiga pure.

È successo sabato al Mercato di Bellinzona, presenti addirittura PS, Verdi, PPD, Verdi Liberali, UDC e Lega.

E per accaparrarsi i posti migliori, scatta la chiamata alla Polizia, da parte della Lega. Così racconta il Partito Socialista di Bellinzona sui social. “Lo spazio è poco, la voglia di visibilità è tanta e, come in tutte le situazioni, chi prima arriva meglio alloggia. Leghisti e UDC da una parte del viale, noi proprio di fronte. Tutto a posto, non vi pare? Tutti contenti, ad ognuno il suo posto al sole”, scrive.

“Peccato che alla Lega proprio non va: sono posizionati benissimo ma non vogliono nessun altro di fronte. E allora chiamano la polizia: voi rossi di là non potete starci, andate nel vicoletto! I due poliziotti arrivano, discutono con noi, con loro. Poi ci raggiunge il capo dei servizi generali. I leghisti tutti felici, forse ce l’hanno fatta. Il gentilissimo capo fa però notare l’ovvio, lo spazio è poco, le elezioni sono ogni quattro anni, litigare è assurdo, mettetevi d’accordo e fate a rotazione. Semplice vero? Per tutti, ma non per Lega e UDC”, per poi arrivare alla stoccata: “Cosa abbiamo imparato alle elementari? Che i bambini frignoni è meglio lasciarli stare, se no chiamano la mamma. Siete d’accordo?”.

La versione della Lega, ieri sul Mattino, divergeva. “Uella, ma a Bellinzona solo i leghisti devono chiedere l'autorizzazione in Polizia per posizionare una bancarella promozionale per le elezioni del prossimo 7 aprile? Come al solito, due pesi e due misure! La Sezione della Lega di Bellinzona (e pure quella dell’UDC) ha dovuto fare richiesta per ottenere l'autorizzazione, senza la garanzia di uno spazio riservato ma con l'obbligo di occupare una determinata porzione di marciapiede”. Ma… “Stranamente, i rappresentanti del PS (... solo loro perché il PLR era assente) si sono presentati con calma sul Viale Stazione e si sono piazzati a propria discrezione, a quanto pare, senza aver neppure fatto richiesta in Polizia!”.

Replica ancora il PS bellizonese, ironico: “I bambini leghisti stizziti continuano a lamentarsi, tirano in piedi complotti liberal-socialisti per lottizzare i posti delle bancarelle politiche al mercato (ne abbiamo parlato in un post precedente). Invece di fare proposte concrete per il futuro del Bellinzonese, invece di costruire qualcosa in Comune o in Parlamento, preferiscono perdersi in cavolate da bettola sul loro giornalino astioso. Volete il posto migliore? Ma prendetevelo pure santa polenta! Volete seminare tavolini in mezzo alla strada? Fate pure! Poi però la smettete di piangere eh? E se fate i bravi mamma vi prende anche un bel gelato rosso fragola! Mentre i grandi fanno politica, voi bimbi andate al parco giochi a sfogarvi, che poi dormite meglio la sera”.

Insomma, il clima si infiamma!

Potrebbe interessarti anche
Tags
spazio
polizia
bellinzona
lega
leghisti
ps
mercato
udc
bambini
fate
© 2019 , All rights reserved