Elezioni 2019
28.03.2019 - 09:580
Aggiornamento : 11:18

"A morte!". L'idiozia questa volta colpisce Gobbi, che replica: "E predicano maggiore tolleranza..."

A Canobbio qualcuno ha pasticciato un cartellone elettorale del Consigliere di Stato, aggiungendovi anche dei baffetti. Lui: "Un bacio e tanta compassione per loro"

CANOBBIO – La maleducazione continua, sembra proprio che il periodo elettorale, purtroppo tira fuori il peggio di ciascuno. Mentre quel che si dovrebbe fare sarebbe semplicemente esercitare il proprio diritto democratico votando…

Ad ogni modo, preso di mira ancora Norman Gobbi, a cui era già stato dell’obeso (si era difeso con apprezzabile ironia): a Canobbio qualcuno ha aggiunto dei baffi alla sua faccia e gli ha scritto “a morte”. Brividi. 

Come ricordato qualche giorno fa, a essere presi di mira sono soprattutto esponenti di destra: dopo l’auto di Tonini e i cartelloni di Marchesi (il quale continua a ravvisare vandalismi sui suoi manifesti, documentandoli sui social), senza contare la lettera a Robbiani, ancora Gobbi.

Il quale pubblica la foto su Facebook e replica: “Predicano maggiore tolleranza e mi augurano la morte. Un bacio e tanta compassione per loro”. 

Non è comunque l'unico cartellone leghista a essere stato danneggiando, come si vede dal profilo Facebook del partito. 

Potrebbe interessarti anche
Tags
morte
gobbi
tolleranza
canobbio
predicano maggiore
stato
maggiore tolleranza
predicano maggiore tolleranza
© 2019 , All rights reserved