Politica
30.11.2017 - 14:500
Aggiornamento : 19.06.2018 - 15:43

Permessi da richiedere online, elenco completo dei documenti più semplice da ottenere, e più tempo per i controlli per il personale: l'Ufficio migrazione si riorganizza

Da lunedì al via la seconda fase di riorganizzazione del servizio interno al DI: il tutto era stato a rischio per il caso permessi, ma ora procede speditamente e va verso una semplificazione delle procedure. Mantenuto l'attuale organico

BELLINZONA - Il Dipartimento delle Istituzioni sta riorganizzando in maniera importante l'Ufficio della migrazione, all'insegna della semplificazione: da lunedì prossimo, sarà attuata la seconda parte. Nemmeno lo scandalo permessi, che aveva messo in dubbio l'iter già programmato, ha fermato Gobbi e i suoi uomini.

Dunque, le novità: tutti i tipi di permesso potranno essere richiesti, rinnovati o modificati collegandosi alla pagina web http://www.ti.ch/migrazione..  

La prima fase della riorganizzazione, che ha preso avvio lo scorso 19 giugno, ha consentito di testare l’organizzazione interna e la nuova procedura guidata.

L’assetto definitivo comporterà l’estensione della procedura guidata a tutte le domande di permesso, la chiusura degli sportelli dei Servizi regionali degli stranieri e la costituzione del Servizio nuove entrate con sede a Lugano, incaricato di esaminare le domande di nuovi permessi di dimora B e L nonché G con attività indipendente.  

Come comunicato negli scorsi mesi, la modifica organizzativa prevede il mantenimento dell’attuale organico dell’Ufficio della migrazione, e permetterà di migliorare sensibilmente la qualità del servizio offerto. Le nuove procedure consentiranno infatti ai richiedenti di allestire il modulo di domanda confacente alle proprie necessità e ottenere l’elenco dettagliato dei documenti che dovranno essere allegati e spediti per posta alla sede centrale dell’Ufficio della migrazione a Bellinzona.

Parallelamente, i funzionari dell’Ufficio potranno concentrare la propria attività sull’esame degli incarti, sui controlli e sull’approfondimento delle domande presentate da chi intende stabilirsi o lavorare in Ticino.  
© 2020 , All rights reserved