Politica
27.08.2019 - 11:090
Aggiornamento : 13:34

Borradori: "D'accordo con Bignasca, però forse in campagna elettorale meglio evitare polemiche interne"

Il sindaco di Lugano rappresenta l'area più istituzionale della Lega. "Se questa polemica sarà incanalata in un argine propositivo, potrà essere un’occasione utile per tutti. Altrimenti sarà stata solo una fiammata di fine agosto"

LUGANO - Se Boris Bignasca è il leader dell’ala barricadiera della Lega, lui è il capofila dell’ala istituzionale del Movimento di via Monte Boglia: “La mia storia politica "conferma Marco Borradori "è sempre stata in quell’area, nella quale continuo a riconoscermi pienamente. Ma, detto questo, condivido la sostanza e lo spirito delle esternazioni fatte da Bobo”.

Ma andiamo con ordine. Il sindaco di Lugano, innanzitutto, non è affatto sorpreso dalle parole del “suo” capogruppo in Consiglio Comunale: “Chi conosce Boris sa che quanto ha espresso sui social fa parte delle sue convinzioni, e non da oggi. Poi si possono condividere o meno i toni e gli accenti critici del suo post, ma il succo del discorso lo ha sempre esternato con chiarezza. Si tratta peraltro di pensieri certamente rappresentativi di una parte del nostro elettorato. Dopo le elezioni cantonali, inoltre, all’interno della Lega si è aperta una riflessione critica che va proprio nella direzione auspicata da Bobo, con un partito schierato su posizioni più movimentiste. Alcune misure sono state prese, ma forse non sono ancora abbastanza, oppure serve ancora un po’ di tempo per vedere i risultati. Da parte mia non sono d’accordo su tutte le singole critiche mosse da Bobo ma, come detto, condivido lo spirito e la sostanza della sua riflessione. Che qualcosa di profondo nella Lega debba cambiare, lo dico anch’io da un po’ di tempo a questa parte….” .

Sulla tempistica scelta da Bignasca per la sua autocritica, in piena campagna elettorale, che ha suscitato qualche risentimento interno, Borradori non si sbilancia: “La premessa è che all’interno della Lega tutti abbiamo sempre potuto esprimere liberamente la nostra opinione, assumendocene fino in fondo la responsabilità. Se quindi Bobo sentiva di dover dire questa cosa, ha fatto bene a dirla. Può darsi che in campagna elettorale sia meglio evitare questo genere di polemiche interne. D’altro canto, però, è anche possibile che quella di Boris possa diventare una sferzata salutare capace di mobilitare quell’elettorato barricadero che ci ha un po’ abbandonato alle ultime elezioni. Secondo me dipenderà molto dall’evoluzione che prenderà la vicenda: se questa polemica sarà incanalata in un argine propositivo, potrà essere un’occasione utile per tutti. Altrimenti sarà stata solo una fiammata di fine agosto. E sarebbe un peccato, perché la forza della Lega è sempre stata la somma delle differenze”.

Potrebbe interessarti anche
Tags
polemiche interne
polemiche
po
borradori
evitare
bignasca
accordo
lega
elettorale meglio
lugano
© 2019 , All rights reserved