Politica
21.03.2020 - 12:010

Quattro mozioni per preparare la vita al dopo epidemia: salvare reddito e lavoro in Ticino

Tre mozioni di sconti fiscali mirati e una per incentivare le assunzioni. "L'obiettivo è uno solo: fare in modo che la vita sociale riprenderà normalmente"

BELLINZONA – L'UDC Ticino ha inoltrato oggi quattro mozioni per "preparare la vita al dopo epidemia" con l'obiettivo di "salvare reddito e lavoro in Ticino".

"In questo periodo drammatico – si legge in una nota – esprimiamo innanzitutto il nostro pieno sostegno alle autorità e a tutti gli operatori sanitari ed economici che fanno il possibile e l’impossibile per salvare la vita dei malati e mandare avanti le famiglie e la società. Ringraziamo di cuore tutte e tutti quelli che lavorano per noi nel garantire i servizi e le prestazioni indispensabili per la nostra vita. L’incubo finirà, e con lungimiranza siamo chiamati a preparare le vie per il dopo: mancanza di lavoro, di reddito e di liquidità per il ceto medio e le aziende ticinesi".

E ancora: "La generosità sociale e finanziaria istituzionale dovrà travalicare gli schemi contabili e i calcoli di cassa per rispondere ad un’emergenza lavorativa e mettere a disposizione i mezzi per il Popolo e le imprese del Ticino. Siamo chiamati ad affrontare con anticipo e con i giusti interventi questi bisogni imminenti".

Alla luce di quanto esposto, l'UDC Ticino ha prepato tre mozioni di sconti fiscali mirati e una per incentivare le assunzioni. Lo scopo – precisa il partito – è uno solo: "fare in modo che quando la vita sociale potrà riprendere normalmente, potremo minimizzare ulteriori sofferenze occupazionali e di tipo finanziario. Il problema è urgente e perciò proponiamo:

  1. Sconto fiscale del 15% sulle imposte comunali e cantonali sull'utile
  2. Sconto fiscale del 30% per gli indipendenti
  3. Sconto fiscale del 20% per il ceto medio
  4. Bonus per nuove assunzioni di residenti
© 2020 , All rights reserved