ULTIME NOTIZIE Politica
Politica
24.09.2020 - 11:060

Paglia pare deciso: "Non mi dimetto"

Nonostante la richiesta da parte del PPD, il Municipale liberale non vuole lasciare il suo posto, pur assumendosi la responsabilità politica degli aumenti di spesa

BELLINZONA – Ieri non era presente alla conferenza stampa in cui sono stati presentati i risultati dell’audit sui sorpassi di spesa a Bellinzona, dove è stato annunciato che non gli sarà ridata la conduzione del Dicastero opere pubbliche.

Il nome di Christian Paglia è emerso prepotentemente nei commenti, in particolare da parte del PPD, che ne aveva chiesto le dimissioni. “Può Christian Paglia rimanere al suo posto malgrado l’atto di sfiducia pronunciato dai suoi colleghi? Di propria sponte, la situazione suggerirebbe al Municipale di considerare un chiaro passo indietro. Può il PLRT cittadino, in assenza delle dimissioni del suo Municipale, permettersi di lasciare l’intera compagine municipale “sotto schiaffo” dei Cittadini e del Consiglio Comunale in questo scorcio pre-elettorale di fine legislatura?”, chiedeva.

I liberali per contro avevano solo detto che avrebbero avviato delle riflessioni interne. Paglia al momento, pur ammettendo qualche responsabilità, sembra deciso a non dimettersi, come dice al Corriere del Ticino. “Al momento non ritengo di dover presentare le dimissioni. Ho svolto il mio lavoro in buona fede. Ammetto di aver commesso degli errori dal punto di vista della gestione politica dei tre progetti”, sono le sue parole. Si assume la responsabilità politica dell’aumento dei costi, in particolar modo per quel che concerne lo stadio, e sottolinea che si trattava di un periodo in cui “il carico di lavoro stava andando oltre la soglia critica. Mi solleva comunque il fatto che non vi siano state malversazioni e che tutti i soldi spesi siano andati in opere di qualità a favore dei cittadini”.

Potrebbe interessarti anche
© 2021 , All rights reserved