Tribuna
04.03.2016 - 14:040
Aggiornamento : 19.06.2018 - 15:43

Voto dei ticinesi all’estero: tutto secondo i piani?

di Nicola Pini e Sebastiano Gaffuri, granconsiglieri PLR

Dopo l’eccellente gestione dello scrutinio alle Elezioni Cantonali, le prime con il voto generalizzato per corrispondenza, e Federali, come anche i miglioramenti introdotti nella comunicazione e presentazione dei risultati – molto apprezzata, in questo senso, la cartografia sui risultati Comune per Comune – l’ultima e accesa votazione ha sollevato alcuni quesiti in merito alla gestione del voto dei ticinesi all’estero. Ai firmatari dell’atto parlamentare sono infatti giunte alcune rimostranze di ticinesi residenti all’estero in merito a disfunzioni relative alla ricezione – mancata o tardiva – del materiale di votazione, premessa fondamentale per l’espressione del diritto di voto. I sottoscritti deputati, pertanto, convinti della necessità di garantire a tutti i cittadini, anche quelli residenti all’estero, il diritto di voto, formulano le seguenti domande al lodevole Consiglio di Stato. - Quanti sono i ticinesi aventi diritto di voto all’estero e quanti di questi esprimono mediamente il loro voto? - Quanti di questi si iscrivono alle rappresentanze svizzere all’estero (consolati, ambasciate, ecc.) per ricevere il materiale di voto? - Che tipo di informazione è fornita loro in merito alla necessità di doversi iscrivere al consolato? - Sul sito del Cantone si legge che “i Comuni inviano direttamente il materiale di voto e le buste di trasmissione all'indirizzo estero al più tardi tre settimane prima la data dell'elezione”. Viene tenuto conto del tempo di percorrenza (andata e ritorno) della missiva per i ticinesi all’estero? - Sono state date direttive chiare ai Comuni in questo senso? - È a conoscenza il Consiglio di Stato di casi in cui non tutto è filato liscio? - In caso affermativo, intende prendere delle misure per evitare in futuro tali disguidi? - È intenzione del Consiglio di Stato procedere alla redazione di un breve vademecum sul voto dei cittadini all'estero per evitare che in futuro si ripetano i disagi riscontrati? - È prevista l’estensione della possibilità di votare anche in materia di Elezioni Comunali per i ticinesi all’estero? Nicola Pini e Sebastiano Gaffuri, granconsiglieri PLR
Potrebbe interessarti anche
Tags
estero
voto
ticinesi
ticinesi estero
merito
materiale
consiglio stato
diritto
consiglio
stato
© 2019 , All rights reserved