Cronaca
23.05.2019 - 11:340

Cantone, Lugano, terminal, hangar, Zimex: il futuro dell'aeroporto pare delineato

Le azioni del Cantone aumenteranno dal 12,5% al 40%, la Città sborserà per la ricapitalizzazione 5 milioni, gli investimenti anche strutturali saranno complessivamente di una cinquantina di milioni. "Dobbiamo attirare compagnie"

LUGANO – Cinquanta milioni per l’aeroporto: Lugano non ha alcuna intenzione di lasciar morire il suo scalo e in questi giorni sono emerse varie indiscrezioni, poi confermate dal direttore Maurizio Merlo in una conferenza stampa.

Prima di tutto, l’intervento del Cantone, che aumenta la sua quota all’interno della Lugano Airport SA (LASA) in maniera considerevole, dal 12,5% al 40%). La Città per contro sborserà 5 milioni sugli 8 necessari per la ricapitalizzazione dopo le perdite dello scorso anno.

La famosa linea verso Ginevra, ritenuta una priorità, sarà gestita da LASA, a livello operativo se ne occuperà una compagnia svizzera che noleggia aerei e personale, la Zimex. La tratta sarà attivata il prossimo anno.

Servono anche interventi strutturali, a partire dall’allungamento della posta di almeno 70 metri (si parla del 2031), in modo da poter far atterrare anche jet con almeno 100 posti. Tra il 2025 e il 2027 arriverà il nuovo terminal, più a sud dell’attuale. Al suo posto sorgeranno tre hangar: il primo dal 2021, il secondo dal 2017 e l’ultimo dal 2028.

Piani insomma a lungo termine, che paiono dare vita a uno scalo su cui ci si era fatti molte domande, addirittura qualcuno paventava la chiusura. Il fallimento di Darwin è stato un duro colpo, ma l’aeroporto luganese pare pronto a rialzarsi. L’obiettivo è attirare compagnie, ha detto Merlo, e non basarsi solo su quelle presenti.

Potrebbe interessarti anche
Tags
lugano
aeroporto
cantone
zimex
hangar
terminal
© 2019 , All rights reserved