ULTIME NOTIZIE Attualità
Cronaca
10.05.2021 - 15:100
Aggiornamento : 05.06.2021 - 14:57

FAQ vaccini: come deve comportarsi chi ha già avuto il Covid? E chi dopo una reazione alla prima dose ha paura a fare la seconda?

Le domande sono molte, così come le ansie. Il Governo ha preparato un documento con domande e risposte, che chiariscono le problematiche più comuni

BELLINZONA - Tanti sono i dubbi relativi ai vaccini. Oltre alla conferenza stampa di spiegazioni, dove si è parlato di quanto attendere per vaccinarsi in caso di Covid, come stabilire se fare una sola dose o due, si è deciso di rispondere alle domande più frequenti. 

Eccole.

Può vaccinarsi chi è già risultato positivo al test per il coronavirus?

Si, le conoscenze attuali mostrano che chi ha già fatto un’infezione da SARS-CoV-2 (anche asintomatica) confermata da test PCR o test antigenico rapido, può aspettare 6 mesi dall’infezione prima di farsi vaccinare; tuttavia una vaccinazione anticipata non rappresenta alcun rischio per la salute. Ricordiamo che per le persone vulnerabili (con più di 65 anni o con malattie croniche) è in ogni caso raccomandato di fare la vaccinazione già 3 mesi dopo
l’infezione.

Quante dosi di vaccino riceve una persona risultata positiva al test per il coronavirus?
A chi ha avuto un’infezione da coronavirus o fatto la COVID-19 è raccomandata una sola dose di vaccino poiché è sufficiente per ottenere una buona risposta immunitaria, comparabile a quella osservata nelle persone che non sono state in contatto con il virus e che hanno ricevuto due dosi di vaccino. Fanno eccezione le persone immunodepresse, a cui sono raccomandate comunque sempre due dosi.

Chi è già risultato positivo al test per il coronavirus può scegliere se fare anche la seconda dose?
Sì, chi ha già avuto un’infezione da coronavirus o fatto la COVID-19 potrà decidere se farsi vaccinare con una o due dosi come erano proposte nei primi mesi della campagna. Alla prima vaccinazione dovrà comunicare di essere già risultato positivo al test per il coronavirus e dimostrarlo con un documento ufficiale (test di laboratorio o copia dell’intimazione di isolamento da parte del servizio di tracciamento «contact tracing»). Riceverà così tutte le informazioni necessarie a scegliere senza fretta; se decidesse di effettuare solo la prima dose, potrà annullare il secondo appuntamento nelle settimane seguenti. Chi non dovesse più essere in possesso di un documento ufficiale può farne richiesta tramite posta elettronica all’indirizzo tracciamento-covid@ti.ch.

Chi fa la malattia Covid-19 dopo la prima dose di vaccino, se guarito può ricevere la
seconda?
Sì, non c’è nessuna controindicazione purché la persona sia guarita; occorre inoltre osservare un intervallo minimo di 4 settimane tra l’infezione con SARS-CoV-2 (data del test) e la seconda dose di vaccino.

In caso di forti reazioni dopo la prima dose di vaccino e di esitazione nel sottoporsi
alla seconda dose, come comportarsi?
Gli effetti indesiderati più frequenti durano raramente più di 48-72 ore e sono generalmente dichiarati d’intensità da lieve a moderata. In caso di preoccupazione è possibile contattare il proprio medico curante oppure la Hotline cantonale 0800 144 144

Potrebbe interessarti anche
© 2021 , All rights reserved