TiPress
ULTIME NOTIZIE Attualità
Cronaca
04.06.2021 - 15:170

Una perizia parziale dice che non c'era amianto all'ex Macello

Non ci sono nemmeno valori superiori ai limiti di norma di PCB (policlorobifenili) e piombo. La perizia completa potrà essere eseguita quando verranno rimosse le macerie. La Procura ha incaricato a sua volta un'altra perizia

LUGANO - Il Municipio di Lugano comunica di aver preso atto dei risultati dell’ispezione fatta svolgere lunedì da Econs SA su incarico della Città di Lugano relativa al controllo della presenza di sostanze nocive (art. 16 dell’Ordinanza sulla Prevenzione e lo Smaltimento dei Rifiuti - OPSR) sui detriti della porzione di ex macello demolita la notte tra sabato e domenica scorsi.

Le analisi sui campioni prelevati dai materiali accessibili e su alcuni campioni di polveri prelevate su tutto il margine del cantiere e sui davanzali dell’edificio adiacente non hanno riscontrato né la presenza di amianto, né valori superiori ai limiti di norma di PCB (policlorobifenili) e piombo.

Poiché non si è potuta eseguire un’ispezione totale per l’impossibilità di accedere a tutti i  materiali coinvolti dai lavori di demolizione, una perizia completa potrà essere eseguita solo nel contesto della rimozione delle macerie, in collaborazione con la SUVA. La procura ha incaricato a sua volta una perizia per verificare la presenza di sostanze inquinanti.

La zona di deposito delle macerie è stata messa in sicurezza in collaborazione con il commissario giudiziario, la Sezione protezione aria acqua e suolo (SPAAS) del Dipartimento  del territorio e la SUVA. L’area resta sotto sequestro per ordine del Ministero pubblico.

La Città ha deciso di diffondere questa informazione poiché di interesse pubblico. Su richiesta dei legali che si stanno occupando dell’inchiesta aperta dalla Magistratura il Municipio e la Polizia comunale non rilasceranno ulteriori dichiarazioni.

© 2021 , All rights reserved