Economia
11.06.2019 - 14:230

Quasi 14 milioni per Emotti! E la sua collaboratrice con lo stipendio minore? Guadagna 267 volte in meno!

Secondo uno studio di UNIA, i salari più alti nei consigli di amministrazione sono degli uomini, quelli più bassi nelle donne. Impressionante il divario del CEO coi collaboratori all'UBS, in altre aziende è mediamente 1:134

BERNA – 13,9 milioni di franchi: è questo l’ammontare del salario del CEO di UBS Sergio Ermotti. UNIA ha analizzato alcune cifre relative agli stipendi nelle maggiori aziende ed ha notato una forbice di retribuzione tra leader e impiegati che tocca il rapporto 1:134.

Se si resta in UBS, il divario aumenta. Ermotti guadagna 267 volte più della sua impiegata meno pagata!

E, restando in tema di parità dei sessi, quasi sempre si nota che a guadagnare le cifre più alte sono uomini, mentre quelle più basse sono per le donne: UNIA dunque insiste sulla necessità di una reale parità, uno dei temi cardine dello sciopero di venerdì.

Numeri impressionanti, quelli di quanto guadagnano anche gli azionisti: considerando unicamente le 32 imprese quotate in borsa, UNIA rileva che l'anno scorso sono stati versati 56,5 miliardi di franchi agli azionisti. Ma fra i collaboratori, c’è chi ha tagliato, e non di poche unità, i posti di lavoro.

© 2019 , All rights reserved