Mixer
11.10.2019 - 09:560

XFactor, per Daniel Acerboni la sedia, con brivido, c'è. Fuori Torre e Cavadini

Il parrucchiere di Lugano con un brano di Lady Gaga ha convinto Malika Ayane dopo la seconda esibizione. Non porta fortuna 'Riccione' a Torre, mentre Cavadini ha portato 'Everyday', dove canta anche la sorella

MILANO – Il sogno si interrompe. XFactor quest’anno era di targa ticinese, con tre ragazzi del nostro Cantone e uno che vi abita qualificati per i bootcamp. Per due di loro, ieri, il percorso si è fermato, mentre non è ancora andata in onda l’esibizione di Matilde Ardemagni e dunque la decisione del suo coach Sfera Ebbasta.

In onda sono andate infatti le scelte di Malika Ayane e Mara Maionchi.

Renato Torre è stato proprio il primo a esibirsi davanti alla Ayane. Se prima aveva stupito con un brano di Sfera Ebbasta, questa volta ha portato il tormentone ‘Riccione’ dei Thegiornalisti: per lui è un no, una delle sedie non sarà per lui, e la sua avventura termina qui.

Particolarmente sentita la canzone portata da Michelangelo Cavadini, ‘Everyday’, perché con lui cantava la sorella Maddalena. Il pubblico apprezza e vorrebbe il passaggio del turno, ma Malika Ayane non è dello stesso avviso.

Va molto meglio a David Acerboni, che aveva portato un brano di Lady Gaga. A tradirlo è forse la troppa emozione. “Eri partito benissimo”, si rammarica la cantante, che lo fa ricantare. In ogni caso, la sedia per lui c’è!

Ora rimane la 17enne Matilde Ardemagni. Sfera Ebbasta la porterà avanti con sé?

Potrebbe interessarti anche
Tags
acerboni
sedia
cavadini
xfactor
ayane
torre
brano
daniel acerboni
malika ayane
malika
© 2019 , All rights reserved