ULTIME NOTIZIE News
Cronaca
21.02.2022 - 08:480
Aggiornamento: 11:47

Tempo da tregenda. Vento e neve in tutta la Svizzera. In Ticino colpito soprattutto il nord

Allerta 3 sia per neve che per vento in Leventina, Alta Vallemggia, Blenio e Alto Moesano. Attese raffiche sino a 120 chilometri al'ora e fino a 15 centimetri in pianura. Nel resto del Cantone, previsti 5 centimetri in montagna

BELLINZONA - Torna la neve in Ticino: sono attesi, nelle zone più a nord del Cantone, sino a 30 centimetri. Se l'ultima spolverata aveva interessato Mendrisiotto e Luganese, ora toccherà a Leventina, Alta Vallemaggia, Blenio e Alto Moesano. 

Ma non solo neve: davvero importanti saranno anche le raffiche di vento che colpiranno l'intera Svizzera, risparmiando solo in parte il nostro Cantone. E dopo le immagini di Eunice, che ha sferzato per giorni il nord Europa, non si può restare indifferenti. La nevicata sarà una conseguenza del passaggio del fronte freddo che causa i venti.

Allerta meteo di grado 3 per la neve nell'Alto Ticino

MeteoSvizzera intanto ha diramato un'allerta di grado 3 per Leventina, Alta Vallemaggia, Blenio e Alto Moesano per neve, da oggi alle 9 a domani alla stessa ora. Si pensa cadranno dai 10 ai 15 centimetri a un'altezza di 800 metri, dai 15 ai 25 sopra i 1500 metri e dai 20 ai 30 sopra i 2000 metri. La fase più intensa sarà da stasera alle 18 a domani alle 6, quindi si prevede una notte caratterizzata da neve.

E nel resto del Ticino? Anche se non c'è allerta, qualche centimetro cadrà. Ma non mancherà il caldo primaverile di questi giorni.

Cosa dicono le previsioni per il Ticino?

Leggiamo le previsioni: "Sul Ticino centro-meridionale abbastanza soleggiato. Lungo le Alpi e in serata anche sul Ticino centrale più nuvoloso con precipitazioni portate da nord. Limite delle nevicate in calo da 1200 fin verso gli 800 metri. A basse quote temperature massime sotto influsso favonico fin verso 14 gradi; in Alta Engadina attorno a zero gradi. In montagna vento forte o tempestoso da nordovest, in grado di scendere nel corso della giornata con intensità moderata fino in pianura. Temperatura a 2000 metri in calo entro sera da -3 a -6 gradi. Lungo la cresta alpina e in Engadina, al di sopra dei 2200 - 2500 metri di quota, condizioni proibitive con vento tempestoso da nordovest, nebbia e nevicate frequenti: entro sera sopra 1500 metri 15 - 30 cm di neve; sulle montagne del Ticino centrale 1 - 5 cm di neve fresca". 

Domani, invece "al Sud inizialmente nuvolosità residua lungo le Alpi, per il resto in prevalenza soleggiato con favonio. Nei Grigioni al mattino nuvoloso con ultime nevicate, nel corso della giornata sviluppo di schiarite. A basse quote temperatura minima 2 gradi, massime sui 16 per influsso favonico; in Alta Engadina attorno a 2 gradi. In montagna vento forte da nordovest. Temperatura a 2000 metri in rialzo da -6 a -3 gradi. Nelle Alpi grigionesi entro sera sopra 1500 metri 5 - 10 cm di neve fresca".

Da mercoledì torneranno il sole e le alte temperature.

Il vento, portato dal fronte freddo, soffierà molto forte

Anomalo sarà però anche il vento di questi giorni. L'allerta, ancora di grado 3, colpisce di nuovo Leventina, Alta Vallemaggia, Blenio e Alto Moesano, da oggi alle 14 a domani alle 15. Le raffiche saranno, sopra i 1500 metri, tra i 90 e i 120 km/h e sopra i 2000 metri di 120 - 140 km/h.

Sarà un evento eccezionale, fa notare sempre MeteoSvizzera. "L’aspetto particolare è dato questa volta dalla velocità dei venti. Che saranno infatti sia al momento del passaggio del fronte freddo (in arrivo dall'Islanda), sia in seguito, tempestosi", si legge sul sito. 

"Nella prima fase, da domenica a tarda serata fino a lunedì pomeriggio, nelle zone di pianura del Nord delle Alpi sono previste raffiche da 80 a 110 km/h a basse quote, sopra i 1400 metri da 100 a 130 km/h e sopra i 2000 metri da 120 a 150 km/h. Le raffiche nelle vallate prealpine saranno più deboli, generalmente comprese tra 60 a 80 km/h. Nella seconda fase, da lunedì pomeriggio a martedì pomeriggio il vento si indebolirà nelle zone di pianura, mentre rimarrà tempestoso in montagna dove, sopra i 2000 m tenderà addirittura a intensificarsi, con raffiche che nelle zone centrali delle Alpi potranno raggiungere 130 - 170 km/h, mentre nelle zone poco più a sud i 120 a 140 km/h. Il motivo di questo rinforzo è da cercarsi nella intensa corrente a getto che questa volta “punta” direttamente verso le Alpi, attraversandole fra lunedì sera e martedì mattina", prosegue la spiegazione. Insomma, un bel vento!

Sarà lui a portare neve in tutta la Svizzera

E porterà la neve. "A Nord delle Alpi, sia con il passaggio del fronte freddo, sia durante la fase di sbarramento sono attese delle nevicate che, complice l’aria viepiù fredda, scenderanno dagli iniziali 1200 metri rapidamente fin verso i 500 – 700 metri. Addirittura nel corso della giornata di lunedì, l’arrivo di aria particolarmente fredda in quota, renderà l’atmosfera particolarmente instabile, così che non è da escludere lunedì in giornata dello sviluppo di rovesci di gragnuola fino a basse quote. Entro martedì a mezzogiorno nelle regioni comprese tra l'Oberland bernese, la regione del Gottardo e le Alpi glaronesi, sopra i 1200 metri di quota, sono attesi da 40 a 70 cm di neve fresca. Altrove i quantitativi saranno inferiori. I venti tempestosi saranno in grado di trasportare le precipitazioni anche in direzione del versante sudalpino. In particolare durante la fase più intensa, attesa fra lunedì in serata e la notte su martedì. Entro martedì mattina sopra 800 metri di quota sono attesi nel Ticino settentrionale e l'Alto Moesano accumuli di neve fresca tra 10 e 30 cm. Vale a dire la parte superiore delle autostrade A2 e A13 saranno imbiancate".

 

Potrebbe interessarti anche
Tags
ticino
alpi
svizzera
tutta
leventina
blenio
vento
km
metri
lunedì
© 2022 , All rights reserved