ULTIME NOTIZIE News
Mixer
01.02.2022 - 18:330
Aggiornamento: 06.02.2022 - 11:31

Dentro Sanremo con Riccardo Pellegrini: "Podio? Dico Achille Lauro, Elisa e Ranieri"

Lo speaker di Radio 3i: "Il mio osservato speciale è Achille Lauro. E vi dico perché"

MELIDE – Cresce l’attesa per il Festival di Sanremo, al via questa sera. La più grande kermesse della musica italiana è pronta a tenere banco fino al 5 febbraio. L’Ariston di Sanremo torna quindi a vestirsi a festa per una cinque giorni di musica e spettacolo. Il Festival è da sempre un appuntamento cerchiato con l’indelebile rosso nel calendario di Riccardo Pellegrini, voce di Radio 3i a ‘Disera Dinotte’ e giornalista accreditato al voto.

La novità nella novità

C’è una novità nella novità. La prima è che, a causa di forze maggiori, Pellegrini seguirà Sanremo da remoto. Ma non solo. No, perché – e qui veniamo alla seconda novità – l’intero Festival verrà trasmesso con il segnale RAI sulle frequenze di Radio 3i a ‘Disera Dinotte’. “Trasmetteremo – dice Pellegrini – la kermesse in diretta radio con commenti e ospiti in studio. Tra l’altro, essendo accreditato al voto della stampa, coinvolgerò gli ascoltatori anche nella votazione”. Una prima senza precedenti, anche se lo speaker della radio di Melide spera di “tornare a Sanremo l’anno prossimo senza mascherina o con continui tamponi da fare. Aspetti, questi, che mi hanno convinto di non presenziare di persona. Ho già prenotato il mio appartamento per il prossimo anno, anche se a Sanremo ci andrò prossimamente, quando tutti saranno tornati, per farmi una mangiata nel mio ristorante preferito”.

“Occhio a Ranieri. Che voce la Zanicchi”

“Nella lista dei partecipanti c’è dentro di tutto. La proposta mi sembra completa e molto giovanile. Ad Amadeus va riconosciuto il merito e la capacità di aver saputo avvicinare il Festival ai giovani. Non mancano i cavalli forti. Prosegue il ‘duello’ Ranieri-Morandi, eterni rivali a ‘Canzonissima’. I due però arrivano con stile, brani e argomenti differenti. Gianni Morandi va sul leggero cantando una canzone scritta da Jovanotti. Massimo, invece, torna al Festival con una canzone fortissima che tratta un argomento potente come l’immigrazione. C’è poi la Zanicchi, che con una voce paurosa mette in riga tutti malgrado l’età. In mezzo ci sono personaggi che Sanremo l’hanno fatto molte volte. Elisa arriva da favorita secondo me. Fabrizio Moro si giocherà il premio della critica con un testo d’amore particolare. Alla Moro diciamo. Poi ci saranno pezzi capaci di far ballare l’Ariston con un po’ di leggerezza”.

L’onda Maneskin e gli occhi su Achille Lauro

Riccardo Pellegrini prova a tracciare un ‘suo’ ipotetico podio. “Non posso ancora dare giudizi completi, ma se devo dirne uno dico Achille Lauro. Il motivo? Ce ne sono tanti. Rappresenta i giovani, è maturato e porta una canzone un po’ ‘ruffiana’ e trasgressiva com’è lui. Ma soprattutto, e i Maneskin insegnano, è la persona giusta da mandare all’Euro Song che si terrà in Italia. Chi fa spettacolo deve tener conto anche di questo. Sarà lui il mio osservato speciale”. Sul podio vedo Elisa, Achille Lauro e Ranieri con Morandi che li guarda da molto vicino…”.

Truppi la rivelazione?

Abbiamo chiesto a Pellegrini chi sarà a suo avviso la rivelazione di questo Festival. “Dico Giovanni Truppi e cito Dargen D’Amico, che potrebbe esplodere definitivamente”.

Il Morandi ‘ragazzino’ e un Ranieri tutto d’un pezzo

La stampa sembra unanime: grande attenzione dovrà essere rivolta a Ranieri che, lo abbiamo detto, porta un brano profondo e intenso. “Lo fa celebrando il canto all’italiana. Se Morandi si presta a fare il ragazzino, Ranieri non si scompone. Sarà una canzone che farà discutere. Ma questo è Sanremo. In questo momento c’è bisogno anche di leggerezza e questa la porterà sul palco dell’Ariston La Rappresentante di lista”.

Nottambuli, a voi...

Avete il sonno facile? Allora, il Festival potreste doverlo recuperare il giorno dopo. “In conferenza stampa – svela Pellegrini – è stato già annunciato che le serate non si chiuderanno prima dell’una e mezza/due di notte”. E se resistite, un occhio alla televisione e un orecchio a ‘Disera Dinotte’.

Potrebbe interessarti anche
Tags
dico achille
dico
podio
sanremo
po
riccardo pellegrini
elisa
achille lauro
lauro
ranieri
© 2022 , All rights reserved