ULTIME NOTIZIE News
Politica
27.01.2022 - 14:580

La possibile crisi energetica, le tensioni tra Russia e Ucraina. I consiglieri comunali del PLR di Lugano: "E il fotovoltaico?"

Interrogano il Municipio luganese per capire che ruolo avrà questo tipo di energia in caso di problemi futuri. "La scarsità di elettricità è una grave minaccia per il nostro Paese e la sicurezza energetica futura preoccupa: pensiamoci per tempo"

LUGANO - Nonostante la preoccupazione principale di parte dell'opinione pubblica sia e continui a essere il Covid, da più parti, anche dalle autorità, arrivano segnali di allarme sul fronte di una possibile crisi energetica. E qualcuno inizia a chiedersi che cosa si farà. Tra di essi, i consiglieri comunali del PLR di Lugano Petra Schnellmann, Valentino Benicchio, Luca Cattaneo, Morena Ferrari Gamba, Urs Lüchinger, Rupen Nacaroglu, Lara Olgiati, Paolo Toscanelli e Giovanna Viscardi, che si rivolgono al Comune per chiedere come vorrà agire.

Un altro tema che potrebbe essere strettamente legato a quello energetico è quello delle tensioni tra Russia e Ucraina. "Allo stato attuale non è ancora chiaro in che modo potrà partecipare il nostro paese al mercato energetico interno europeo a partire dal 2025. Inoltre non è certamente fonte di buone notizie l’incremento delle tensioni tra Russia e Ucraina che potrebbero compromettere in maniera importante l’approvvigionamento del gas per tutto il continente. Secondo l'associazione svizzera dell'ndustria del gas Gazenergie, nel nostro paese il 47% del gas naturale viene importato dalla Russia. Ne fanno uso all'incirca un'economia domestica su cinque e vari settori dell'industria. Questo significa che un'eventuale limitazione o interruzione delle forniture da parte del monopolista Gazprom a causa di un conflitto militare avrebbe ripercussioni anche sulla Svizzera, come sostiene Daniel Germann, senior
gas trader in seno al fornitore di servizi energetici Ompex”", scrivono.

"La recente impennata dei prezzi del petrolio, del gas e dell'elettricità è stata attribuita a molteplici fattori: l'aumento della domanda dopo i diversi lockdown dovuti al Covid-19, i Paesi produttori di petrolio e gas che non aumentano l'offerta, le scorte insufficienti di idrocarburi, le temperature estreme (le ondate di calore aumentano anche l'uso dei condizionatori d'aria per esempio), gli ingorghi della catena di approvvigionamento e i diffusi programmi di riduzione delle emissioni inquinanti che frenano gli investimenti nella produzione più efficiente dei combustibili fossili", analizzano poi. 

E "coscienti che ci siano altre tipologie di approvvigionamento presenti in loco e sostenibili, la seguente interrogazione interroga il Lodevole Municipio sullo sfruttamento nella nostra città dell’importante risorsa rappresentata dal fotovoltaico. Ben sapendo che il futuro della transazione energetica sia la combinazione di diverse fonti di approvvigionamento, la particolare posizione geografia della nostra città, la forte presenza di sole e il rapporto favorevole costo-beneficio, suggeriscono lo strumento del pannello solare e del fotovoltaico come soluzione immediata e da preferire almeno in un primo momento. La scarsità di elettricità è una grave minaccia per il nostro Paese e la sicurezza energetica futura preoccupa: la necessità di far fronte a questa problematica in maniera lungimirante e sostenibile è fondamentale ed è importante agire per tempo".

Ecco le domande:

"1) Il Lodevole Municipio intende implementare maggiormente nel prossimo futuro -negli stabili di sua proprietà- impianti fotovoltaici? Se sì con che modalità e con quali tempistiche?

2) Ad oggi, quali stabili comunali sono già dotati degli impianti fotovoltaici e quanta energia producono? Che percentuale rappresenta l’energia solare sul totale dei consumi degli stessi?

3) Quali obiettivi ha stabilito il Lodevole Municipio e quali azioni concrete intende intraprendere per far fronte a questa possibile crisi?

4) Oltre il contributo annuale per incentivi finanziari a favore dell’efficienza energetica che già la Città stanzia come riconoscimento e sostegno allo sforzo della cittadinanza; come pensa il
Lodevole Municipio di rendere maggiormente attrattivo per i privati l’investimento di impianti fotovoltaici nelle sue proprietà?

5) La costruzione di nuovi stabili obbliga l’allestimento di impianti fotovoltaici sui tetti? Quali sono le linee guida che il Municipio applica per quelli di sua proprietà? Quali sono le normative superiori che influenzano il comune nell’allestimento di impianti fotovoltaici nei propri stabili?".

Potrebbe interessarti anche
Tags
lugano
tensioni
consiglieri comunali
crisi
quali
crisi energetica
plr
municipio
paese
consiglieri
© 2022 , All rights reserved