Politica
15.12.2016 - 15:260
Aggiornamento : 19.06.2018 - 15:43

I pipidini contro Cattaneo e Lega. «Rocco, scendi dalla bici. Leghisti, non siete abituati alla coerenza»

Il PPD non ha gradito la presa di posizione del presidente liberale. «Votare no era l'unico atteggiamento coerente. Ma perché non rimproveri i tuoi Consiglieri nazionali? E la Lega...»

BELLINZONA - «Rocco, ci fai o ci sei?", chiede a gran voce il PPD. Non è tardata ad arrivare la risposta alla presa di posizione del presidente dei liberali riguardo al pasticcio di ieri sul preventivo. «Ha preferito, per puro opportunismo politico, mettere in secondo piano gli interessi del Cantone e ha preferito nascondere la testa sotto la sabbia assieme alla Lega e votare no», aveva detto Cattaneo, affermando che non aveva senso pensare che votando no si poteva permettere alla Lega d avanzare le proposte che non aveva mai fatto. «Nel preciso momento in cui – al Consiglio nazionale – i liberali svizzeri (ticinesi compresi) uniti all’UDC mandano a picco il Preventivo 2017 della Confederazione (uno sgarbo politico grave e ingiustificato), il presidente del PLR Rocco Cattaneo di scatena contro il PPD, reo di non aver votato il Preventivo cantonale con una precisa e chiara spiegazione data ieri in Gran Consiglio. Due pesi e due misure come sempre: se lo fanno i liberali va bene, se lo fanno gli altri apriti cielo», scrive il PPD, toccando dunque il tasto della coerenza. La colpa di quanto accaduto ieri a Bellinzona è, per i pipidini, della Lega. «Per completezza di informazione al distratto Rocco Cattaneo, ricordiamo allora che il Gruppo PPD+GG unanime ha sostenuto con convinzione il Preventivo 2017 in Commissione, offrendo la propria costruttiva collaborazione per appianare le divergenze e costituire una salda maggioranza con Lega e PLR. Purtroppo, in modo per noi incomprensibile, alcuni deputati leghisti in sessione plenaria hanno rimesso in discussione l’accordo raggiunto, adducendo fumose “nuove proposte” mai concretizzate prima». A quel punto, secondo il partito, «con il suo voto contrario abbiamo espresso a questo punto l’unico atteggiamento coerente, dichiarandoci pronti a rimetterci subito all’opera per ripresentare un Preventivo condiviso anche dal Gruppo leghista – rappresentato in Governo da due ministri su cinque – dal quale ci si attende un minimo di senso dello Stato e coerenza, anche se non vi è molto abituato…». E infine un'altra stoccata a Cattaneo. «Caro Rocco: scendi dalla bici e vedi di pedalare con gli altri, anziché distribuire bacchettate che dovresti cominciare a dare ai tuoi consiglieri nazionali».
Potrebbe interessarti anche
Tags
lega
cattaneo
rocco
preventivo
ppd
coerenza
pipidini
presidente
bici
© 2019 , All rights reserved