Politica
25.05.2018 - 17:500
Aggiornamento : 19.06.2018 - 15:43

"Si respira aria nuova". Zali soddisfatto, per Fontana "bisogna partire da idee e non dai ristorni". Entro l'estate un documento

Sorrisi e moderata soddisfazione dopo l'incontro avvenuto oggi, ma di concreto è emerso poco, ovvero non si sono trovati accordi sui temi caldi. "Si capisce che è cambiato qualcosa dalla velocità con cui è stato organizzato questo rendez-vous", ha spiegato il Ministro

BELLINZONA – “Si respira un’aria nuova”, ha detto Claudio Zali dopo l’incontro col nuovo presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana. Ma di concreto, ancora, non c’è niente, in particolare sui temi caldi che erano ristorni e accordi fiscale.

Per il Ministro, l’aria nuova “si capisce già da questa visita tempestiva di una Giunta appena costituita. Un gesto che abbiamo apprezzato, così come abbiamo apprezzato la concretezza delle proposte che sono arrivate".  E frena, dicendo che per trovare accordi ci vuole tempo.

"Abbiamo predisposto una prima road map nella quale abbiamo previsto una serie di incontri futuri durante i quali approfondire, chiarire e risolvere le questioni in sospeso. Siamo già concordi sul fatto che tutto vada discusso e risolto", ha a sua volta dichiarato Fontana, il quale ritiene che si debba partire da idee e non dai ristorni.

La scadenza per il documento promesso, al momento, è l’estate: parlerà di opere infrastrutturali, legate in particolare alla mobilità transfrontaliera e all'ambiente che coinvolgono entrambi i governi.
Potrebbe interessarti anche
© 2020 , All rights reserved