Elezioni 2019
08.04.2019 - 15:330

Tra sondaggio e realtà. "Sovrastimati i consensi a Lega e Verdi, per contro sottostimati PPD e PS"

Tuto Rossi si scaglia contro il sondaggio, che dava per certo un Governo fotocopia. Ma anche il Corriere del Ticino fa notare come ci siano state discrepanze tra quanto si pensava potesse succedere e quanto hanno detto le urne

BELLINZONA – I sondaggi, che davano sicuro un Governo fotocopia, con Lega-UDC che volava oltre il 30%, PS e PPD in calo? Non hanno previsto correttamente, si potrebbe dire.

C’è chi lo fa notare, vedesi Tuto Rossi, parecchio arrabbiato: “Ha sbagliato tutto pronosticando l’esatto contrario di quello che è capitato. Ha dato per morti PS e PPD che invece hanno vinto, cannando di ben del 3% sul primo e del 2,5% sul secondo. Non ha per nulla sentito il vento che soffia contro la Lega dandola al 32% con la comodissima riconferma dei 2 seggi anche da sola, mentre senza l’UDC ora si troverebbe con un solo Consigliere di Stato (altro svarione di quasi il 5%!). Non ha per nulla visto il soccorso rosso liberale in favore dei socialisti, piazzando il PLR ai risultati di 4 anni fa, quando invece è indietreggiato di 2 punti. Infine last but not least, ha dato per vincenti Beltraminelli e Zali quando in realtà De Rosa ha ammazzato il Beltra e Zali è stato travolto da Gobbi”, scrive sui social.

Il Corriere del Ticino rimarca con sportività come “tra gli sconfitti del 7 aprile 2019 ci sono anche i sondaggi pre-elettorali”, chiedendosi però se le previsioni abbiano avuto un effetto sul voto, magari mandando a votare alcuni, rafforzando tendenze diverse rispetto a quanto pronosticato, ecc.

Riportiamo i confronti:

“Lega/UDC – Nei tre sondaggi la lista unica era data al 30,8%, al 33,7% e per finire al 32,0%. Il risultato reale è stato il 27,9%, ben al di sotto della soglia dei trenta punti percentuali.

PLR – Meno discrepanti le stime per il Partito liberale radicale, che nei sondaggi aveva il 27,8%, poi il 25,4% e infine il 26,2%. Ieri ha ottenuto il 24,5%, un dato non molto distante da quello della seconda proiezione del sondaggio condotto dalla Ad Hoc Informatica.

PPD – Sottostimato è stato per contro il consenso al Partito popolare democratico, che ieri è arrivato al 18,2% dei voti contro il 16,5% stimato nel primo sondaggio, il 15,7% nel secondo e il 15,9% nel terzo.

PS – Discorso analogo per il Partito socialista: risultato effettivo 17,1%, stime dei sondaggi 14,5%, 14,2% e 14,4%.

Verdi – Sovrastimato nettamente il consenso agli ambientalisti: i sondaggi li davano al 7,4%, 6,1% e 7,1% mentre ieri si sono fermati al 4,3%.

Partecipazione – I sondaggi avevano rilevato una partecipazione del 57%; quella reale è stata del 59,3%.”.

Potrebbe interessarti anche
Tags
sondaggi
sondaggio
ps
ppd
stato
lega
verdi
partito
© 2019 , All rights reserved