Politica
19.08.2019 - 11:300

Aeroporto, e se fosse davvero game over? Borradori per la prima volta usa la parola "fine"

"Io non escludo, in questo momento, che la soluzione migliore potrebbe essere anche quella di definire un certo periodo per permettere all'aeroporto di regolarsi e trovare una fine", ha detto. E poi? "Magari un inizio coi privati"

LUGANO – Il futuro dell’aeroporto di Lugano non sembra aprirsi ad alcuna schiarita. Anzi, è di questi giorni l’ennesima cattiva notizia, ovvero che la compagnia Zimex, zurighese, non ha intenzione di garantire il collegamento Lugano-Ginevra.

Addirittura, sino a una settimana circa fa si pensava potesse coprire anche quello su Zurigo, ora gestito da Swiss. E invece, nulla.

Marco Borradori ieri, ai microfoni della RSI, per la prima volta ha lasciato intravvedere che sul domani dello scalo non c’è più fiducia. I nuvoloni neri si addensano. "Io non escludo, in questo momento, che la soluzione migliore potrebbe essere anche quella di definire un certo periodo per permettere all'aeroporto di regolarsi e trovare una fine, diciamo così, definitiva oppure un inizio con terzi, con i privati, ad esempio", ha detto.

Il game over è davvero possibile, ora?

Potrebbe interessarti anche
Tags
aeroporto
borradori
prima volta
over
game over
game
certo periodo
soluzione migliore potrebbe
migliore potrebbe essere
migliore potrebbe
© 2019 , All rights reserved