Politica
21.11.2019 - 14:460

Il PLR in difesa della sua capogruppo. "I conflitti di interesse dove sono?"

“Inaccettabili e di tutt’altro spessore l’approccio alle responsabilità personali ed ai conflitti d’interesse sollevati da chi siede negli esecutivi e contemporaneamente nel CdA di una società di proprietà del Comune (sic!)", scrive l'UP

LUGANO – L’attacco della Lega contro Karin Valenzano Rossi sta decisamente tenendo banco. Tanto che è intervenuto anche l’ufficio Presidenziale del PLR di Lugano, parlando di “inaudito attacco perpetrato dall’On. Zali, dall’On. Borradori e dal Gruppo LEGA in Consiglio comunale nei confronti della Capogruppo PLR, che nella sua funzione di membro della commissione della gestione, con responsabilità, ha redatto e sottoscritto(peraltro condiviso da altri commissari) un rapporto in pieno appoggio dell’aeroporto, sollevando con serietà dubbi legittimi sulla gestione dello scalo aeroportuale e ponendo condizioni chiare per l’utilizzo di ingenti fondi pubblici”.

“Criticità, a suo tempo già indicati dalla Commissione della Gestione e anche recentemente dall’Ufficio Presidenziale PLR Lugano”, viene precisato.

“Inaccettabili quindi e di tutt’altro spessore l’approccio alle responsabilità personali ed ai conflitti d’interesse sollevati da chi siede negli esecutivi e contemporaneamente nel CdA di una società di proprietà del Comune (sic!). Chi ora attacca, additando la nostra Capogruppo in merito ad un conflitto d’interesse,di cui non viene spiego in cosa consisterebbe e nonostante già da tempo fosse stato vagliato ed escluso proprio dai servizi della Città, dimentica il proprio ruolo istituzionale e quello dei propri rappresentanti, cadendo in un bieco attacco personale”, attaccano i liberali.

“Riteniamo profondamente inopportuno, che nel momento cruciale per la sopravvivenza ed il rilancio, intelligente e sensato, non utopico, l’argomento “aeroporto” venga sfruttato ai soli fini propagandistici di campagna e di mero tentativo di discreditare chi non allineato con il loro credo. Ora – e ancora sempre in attesa del regolamento sulla governance delle società partecipate – ci chiediamo semplicemente, “ma il vero conflitto d’interesse dove è”?”.

© 2020 , All rights reserved