Politica
23.01.2020 - 21:390

Ticino&Lavoro si regala la 'macchina da voti': candidata Sara Beretta Piccoli

La grande esclusa dalla lista popolare democratica condivideva diverse idee con Albertini, che dopo l'Assemblea l'ha contattata. "Da questo movimento mi aspetto innovazione, proposte, concretezza, il PPD è troppo statico"

LUGANO – Colpaccio del Movimento Ticino&Lavoro, che per il Municipio candida Sara Beretta Piccoli. La grande esclusa del PPD ritrova dunque Giovanni Albertini, che era coi popolari democratici ed ha deciso prendere un’altra strada.

Dopo qualche giorno, Beretta Piccoli si sente frustrata, ha vissuto come una pugnalata l’esclusione del PPD, come spiega a La Regione. Ritiene di aver pagato l’indipendenza, idee che spesso comunque condivideva con Albertini. E ora le mette a disposizione del giovane gruppo. “Dal Mtl mi aspetto innovazione, proposte, concretezza: Il PPD è troppo statico. Mi aspetto più flessibilità e non la necessità per forza di cose di dimostrare una linea di partito. Vedo molto entusiasmo, ci sono diversi giovani. E io porto la mia esperienza, di consigliera comunale ma anche di ex granconsigliera. Spero di poter portare un valore aggiunto a questo bel gruppo giovane”, ha detto.

Albertini ha raccontato come dopo l’esclusione gli sia venuta l’idea di contattare Sara Beretta Piccoli e proporre una candidatura. Detto, fatto. A suo avviso la scelta del PPD è comunque un autogol.

© 2020 , All rights reserved