Politica
18.03.2020 - 15:470

Non si vota nemmeno per la libera circolazione

Il Consiglio Federale ha deciso di rinviare a data da destinarsi anche la votazione del 17 maggio. Non è possibile formare le opinioni da parte di partiti e associazioni a causa delle limitazioni imposte dal contenimento del virus

BERNA – Non solo non si vota per le comunali, ma anche la votazione federale del 17 maggio, ritenuta come una delle più importanti per il futuro dei rapporti della Svizzera con l’Unione Europea, sarà rinviata a causa del Coronavirus.

Come anticipato dal Corriere del Ticino, il Consiglio Federale ha deciso che non si andrà alle urne.

L’invito anche a Cantoni e Comuni è di “autorizzare lo svolgimento di assemblee comunali soltanto se assolutamente necessario”, mentre “i termini per la raccolta delle firme e di trattazione concernenti le iniziative popolari e i referendum saranno sospesi per un periodo di tempo limitato”.

Il Consiglio Federale ha spiegato anche come lo svolgimento regolare delle votazioni presuppone che i vari partiti e le varie associazioni interessate possano far conoscere le proprie motivazioni e i propri temi. Le limitazioni causate dai provvedimenti per contenere l’epidemia non rende ovviamente possibile svolgere tutto ciò.

© 2020 , All rights reserved