Politica
04.04.2021 - 18:250
Aggiornamento : 08.04.2021 - 14:32

L'MPS attacca il Lugano: "Persone al soldo di Renzetti cercano di impedirci di raccogliere le firme contro il PSE"

"Si tratta di persone conosciute per il loro atteggiamento violento, che dialogano regolarmente con il club di Renzetti, in particolare con l'addetto stampa dello stesso", accusa. Il Lugano pronto a sporgere denuncia

LUGANO - L'MPS aveva annunciato la sua decisione di lanciare un referendum contro il Polo Sportivo degli Eventi già prima della decisione del Consiglio Comunale. E ora la raccolta firme è iniziata.

In un'occasione l'MPS aveva denunciato pressioni, ora prosegue, postando un video: "Alcuni energumeni al soldo del FC Lugano di Renzetti hanno tentato a Lugano di impedire ai militanti dell'Mps di raccogliere le firme contro il Centro Sportivo e degli Eventi (Pse). Si tratta infatti di persone conosciute per il loro atteggiamento violento, che dialogano regolarmente con il club di Renzetti, in particolare con l'addetto stampa dello stesso", attaccano.

"Non meglio escono da questa vicenda Borradori e le autorità comunali che da settimane tollerano, senza reagire, minacce e insulti contro tutti coloro che osano criticare il PSE. È evidente che questo clima è stato fomentato dall'atteggiamento di Renzetti e banda. Non ci faremo certo intimidire e continueremo la nostra raccolta di firme. Questo referendum non sarà solo un referendum per discutere del PSE, ma per la difesa di pratiche democratiche".

Il Lugano ha detto a ticinonews.ch di avere intenzione di sporgere denuncia contro l'MPS stesso. 

 

© 2021 , All rights reserved