Economia
04.09.2019 - 17:080

Il cielo sopra l'aeroporto è un po' più blu: firmato il CCL dei dipendenti

Oggi la pioggia di milioni da parte del Cantone, ieri in assemblea la stragrande maggioranza dei lavoratori ha votato il contratto collettivo che entrerà in vigore il 1o gennaio 2020

LUGANO – Sono giornate positive per l’aeroporto di Lugano. Dopo i milioni arrivati dal Cantone, che ha deciso di aumentare la sua quota all’interno di LASA, giunge la notizia che ieri i dipendenti hanno fatto l’importante passo della firma del CCL.

Lo annunciano il direttore Maurizio Merlo, i sindacalisti Gangiorgio Gargantini (UNIA) e Lorenzo Jelmini (OCST) e Michele Goecer, Presidente Commissione del personale di Lugano Airport SA
“Le negoziazioni, iniziate la scorsa primavera, sono state caratterizzate da proficue e costruttive discussioni che hanno permesso di giungere a un nuovo accordo che tien debitamente conto delle mutate circostanze in cui è chiamato ad operare lo scalo luganese. Il nuovo CCL entrerà in vigore il 1° gennaio 2020”, si legge.

“Al termine dell’assemblea, il Direttore Maurizio Merlo ha ringraziato i collaboratori per l’importante risultato raggiunto e sottolineato l’unità di intenti di tutti i presenti. L’assemblea è stata pure occasione per esprimere l'appoggio alle proposte di rilancio di LASA presentate dalla Direzione. I collaboratori si attendono che la politica come pure gli ambiti economici diano messaggi positivi di sostegno convinto alla Lugano Airport SA”. La politica, a livello cantonale, il passo l’ha fatto. E oggi il cielo su Lugano potrebbe sembrare un po’ più blu.

Potrebbe interessarti anche
© 2020 , All rights reserved