ULTIME NOTIZIE News
Politica
03.02.2022 - 18:220

Il PS punta al raddoppio. Con o senza Bertoli? Lui: "La mia idea l'ho espressa". E Sirica...

Consigliere di Stato e co-presidente ieri a "Detto tra noi XL" hanno parlato del futuro. Bertoli: "La mia intenzione è finire l'attività in Governo nel 2023". Sirica: "Deroga? Non ci sono le condizioni"

BELLINZONA - Manuele Bertoli si ricandiderà al Consiglio di Stato oppure no? Il Consigliere di Stato socialista ha già vissuto tre mandati nella stanza dei bottoni e, secondo gli statuti del suo partito, dovrebbe chiedere una deroga al Congresso e non è neppure scontato che esso gliela conceda. Del tema hanno parlato sia il Ministro che il co-presidente del PS Fabrizio Sirica a  “Detto tra noi XL”, in onda ieri sera su TeleTicino. Svelando che il PS punta... al raddoppio.

Bertoli: "Vorrei finire la mia attività in Governo fra qualche mese"

Dunque, Bertoli ci tiene a ricandidarsi? In realtà, dalle sue parole, non parrebbe. E Sirica pare volerlo di nuovo a Bellinzona? Anche qui, non dà quell'idea. I due hanno anche detto la loro in merito a una possibile lista unica per le Cantonali con altre forze dell'area.

"Non è un mistero che la mia intenzione è quella di finire la mia attività in Governo nel 2023. Non nego che questo genere di battaglie ( quelle sulla scuola, ndr.), mi inducono a combatterla", ha dichiarato Manuele Bertoli, precisando che la decisione non è ancora stata presa. Ma non pare avere una grandissima voglia di ricandidarsi e "anche la mia famiglia mi chiede di lasciare a fine legislatura”.  

Sirica: "Dal mio punto di vista non ci sono le condizioni per una deroga"

Dal canto suo, Sirica è stato chiaro: “Noi abbiamo una regola che prevede al massimo 12 anni per funzione. C’è la possibilità di chiedere una deroga. Ci sono gli elementi per chiederla? Dal mio punto di vista no. Se poi qualcuno vorrà sollecitare questa opzione, deciderà il congresso, dove serviranno due terzi dei voti. Ma mio avviso, ripeto, non ci sono le condizioni”. Insomma, non pare esserci la volontà di mettere per forza in lista Bertoli.

Il quale non si vede a Berna, attivo nella politica federale. Della serie: la sua carriera terminerà col Consiglio di Stato, nel 2023 o al massimo un pochino dopo.

Alleanza a sinistra? Per entrambi sarebbe necessaria

Sia lui che Sirica ritengono che un'alleanza a sinistra sia necessaria. "Secondo me questa alleanza va fatta, come scelta di fondo, prima di fare calcoli sui candidati, perché è l’unico modo per contare di più. Ragionare sulle convenienze è sbagliato. Poi ognuno giocherà le sue carte”, ha osservato Bertoli, che vede "i Verdi nicchiare". 

Con o senza Bertoli (a questo punto, almeno a parole, senza), il PS ha obiettivi importanti. Ancora il co-presidente:  “Uniti si vince. Nei prossimi quattro-otto anni possiamo puntare ad avere due Consiglieri di Stato. Io non metto l’interesse del mio partito davanti a questa prospettiva. Ed è l’appello che lancio anche alle altre forze progressiste”. 

Potrebbe interessarti anche
Tags
ps punta
deroga
raddoppio
sirica
punta
idea
bertoli
senza bertoli
stato
ps
© 2022 , All rights reserved