Elezioni 2019
07.11.2019 - 17:000

Quadri contro Merlini: "Il suo attacco a Chiesa è oltremodo squallido. Il PLR sta perdendo la testa"

Anche il Consigliere Nazionale leghista dice la sua sull'attacco del liberale a Chiesa (e Carobbio). "I liberali farebbero gli interessi del Ticino? Ma quando mai"

di Lorenzo Quadri*

Quelli che sono agli ordini dei manager stranieri delle multinazionali!

L'attacco del radical-chic Giovanni Merlini a Marco Chiesa dalle colonne del CdT è oltremodo squallido. E per nulla senatoriale. Evidentemente in casa PLR stanno perdendo la testa.

Il PLR, che si fa schiacciare gli ordini dai manager stranieri delle multinazionali rappresentati da Economiesuisse: gente che vuole svendere la Svizzera all'UE per ingrassarsi ulteriormente le già rigonfie saccocce.

Il PLR, che vuole la libera circolazione senza limiti e che smania per sottoscrivere lo sconcio accordo quadro istituzionale, definito dai vertici liblab "l'accordo della ragione".

Il PLR, che ha la più alta percentuale di deputati federali che sono contemporaneamente lobbisti delle casse malati (vedi l'attuale ministro degli esteri).

Il PLR, che vota e difende le demenziali ecotasse che dissangueranno il ceto medio e basso.

Il PLR, i cui giovani (questa è di ieri), vogliono alzare l'età della pensione a 66 anni per tutti.

Il PLR che, alla faccia del "liberale", è pure riuscito a calare le braghe davanti al Diktat disarmista dell'UE. 

Eccetera eccetera.

Il PLR farebbe gli interessi del Ticino? Ma quando mai!

Senza dimenticare che, nel dibattito in Consiglio nazionale sull'iniziativa per la disdetta della libera circolazione delle persone, proprio Merlini se ne è uscito a dire che "la preferenza indigena è in vigore (!) e le problematiche sono attenuate (!)".

Morale: visto che i due euroturbo Lombardi e Merlini sono - politicamente parlando - uno la fotocopia dell'altro, mandare agli Stati uno solo dei due basta e avanza.

*Consigliere Nazionale Lega

Tags
oltremodo squallido
attacco
testa
plr
quadri
chiesa
merlini
nazionale
liberale
quando mai
© 2019 , All rights reserved