Politica
23.10.2019 - 11:000

PLR, PPD, UDC e Lega per l'aeroporto (con un ma), altri pensano al referendum

In Commissione della Gestione si è trovato un accordo per il via libera all'aumento della quota di partecipazione del Cantone a LASA del 40%: però è condizionata al sì alla ricapitalizzazione da parte del Consiglio Comunale di Lugano

BELLINZONA – Un rapporto di maggioranza che, pur con alcune clausole, sostiene l’aeroporto, alcune forze pronte al referendum. Ieri la Gestione si è riunita e pare aver trovato un punto d’accordo, ma PS e Verdi luganesi e MPS non ci stanno.

Si è subito formata una maggioranza, infatti, composta da PLR, PPD, UDC e Lega per dire sì all'aumento della quota di partecipazione del Cantone a LASA al 40%. Ci sono però delle condizioni, ha spiegato Daniele Caverzasio. Quella sine qua non è che venga approvato il credito per la ricapitalizzazione di LASA da parte del Consiglio Comunale di Lugano. Poi, “abbiamo inoltre richiesto la presentazione di un rapporto da parte del CdA di LASA sulle prospettive future e sui prossimi passi da fare entro l'anno 2021", ha aggiunto.

PS e Verdi di Lugano si sono detti contrari alla ricapitalizzazione, e sosterranno solo la copertura delle “perdite della società fino a giugno 2020 e a finanziare un buon piano sociale concordato con i sindacati. Si tratta di fare in modo che LASA disponga della liquidità necessaria per la cessazione dell’attività entro la fine di giugno 2020”.

L’MPS dal canto suo dirà no in Gran Consiglio ed è pronto a lanciare un eventuale referendum. Anche socialisti e Verdi luganesi hanno fatto sapere che proporranno alle loro sezioni il lancio del referendum, in caso di sì in Parlamento.

© 2020 , All rights reserved