Atalanta
1
Paris Saint Germain
2
fine
(1-0)
WAS Capitals
2
NY Islanders
1
2. tempo
(0-0 : 2-1)
COL Avalanche
0
ARI Coyotes
0
1. tempo
(0-0)
Sport
14.01.2018 - 22:230
Aggiornamento : 19.06.2018 - 15:43

Seggiolini che volano, spray al pepe e aria irrespirabile, "uhuh come se fossimo scimmie": il pomeriggio da incubo alla Valascia

I tifosi del Losanna hanno diffuso dello spray al pepe, e non è bastato far uscire prima i padroni di casa dalla pista per evitare scontri. Tafferugli si erano già ravvisati prima dell'inizio. I piottini, "mai visto niente di simile, nemmeno in un derby". E hanno un sospetto... bianconero

AMBRI - Dopo le polemiche e le tensioni nel derby, altro pomeriggio di fuoco, e non per quanto successo sul ghiaccio, dove i leventinesi hanno perso per 5-2) bensì per gli scontri e i fumogeni coi tifosi del Losanna alla Valascia.

I biancoblu accusano tramite i social i losannesi, non molto ben visti soprattutto perchè gemellati col Lugano. Il sospetto che serpeggia attraverso una pagina Facebook è che anche degli ultrà bianconeri abbiano fatto parte del gruppo di esagitati, "mai vista una cosa del genere nemmeno in un derby. E non hanno fermato neppure un losannese".

Prima dell'inizio della partita pare ci sia stato un lancio di torce verso una tribuna dove c'erano famiglie e bambini, che ovviamente non hanno iniziato il pomeriggio nel migliore dei modi.

Ticinonews.ch parla di scontri fra le due tifoserie già fuori la pista, di cui i tifosi piottini non parlano.

Tra la fine del secondo tempo e l'inizio del terzo i tifosi ospiti hanno spruzzato spray al pepe, rendendo l'aria irrespirabile per diversi minuti in alcune zone della Valascia, compresi fgli spogliatoi (le due squadre sono rientrate con qualche minuto di ritardo sul ghiaccio) per cui lo speaker, vista la tensione, ha annunciato che i primi a uscire sarebbero stati i tifosi dell'Ambrì.

Quando essi lo hanno fatto, accusano, i losannesi li hanno scherniti con "uhuh", "come se fossimo delle scimmie". Per poi rompere la barriera della zona ospiti e scatenare scontri con i padroni di casa e il caos. La paura maggiore, confermano sia i piottini sia i media, è stata per bambini e mamme, come comprensibile. Presi dal panico, molti tifosi si sono precipitati fuori, creando dunque confusione anche all'esterno della pista, mentre all'interno volavano fumogeni e seggiolini, oltre a proiettili di gomma che la Polizia usava per cercare di calmare la situazione.

Secondo le nostre fonti nella tifoserie biancoblu la colpa è totalmente deii vodesi, mentre diversi media hanno citato scontri. I leventinesi si dicono anche orgogliosi dei loro ultrà che hanno messo in sicurezza alcune zone, impedendo guai maggiori. 

Probabilmente la Lega o quanto meno le forze dell'ordine accerteranno che cosa è accaduto, in ogni caso non un bello spettacolo di sport. Per niente. 

SPORT: Risultati e classifiche

© 2020 , All rights reserved