Cronaca
18.10.2019 - 16:200

Legò le gambe di una bimba, decreto d'accusa per la maestra

La vicenda risale al 2018, la Procuratrice Pubblica ha firmato un decreto d'accusa per coazione e violazione del dovere di assistenza e di educazione

MENDRISIO – Legò un’allieva per mostrare la corretta postura e finì sotto inchiesta. La vicenda di una maestra delle scuole elementari di Mendrisio risale ormai al 2018, ma, nonostante la donna ora sia in pensione, avrà uno strascico penale.

La maestra era finita sotto inchiesta da parte del Municipio e venne sospesa. La giustificazione era che voleva insegnare la corretta postura alla bambina. 

L’inchiesta è sfociata anche nel penale ed ora la Procuratrice Pubblica Valentina Tuoni ha firmato un decreto d’accusa per coazione e violazione del dovere di assistenza e di educazione corrispondente a 60 aliquote giornaliere da 140 franchi l’una, sospese per un periodo di prova di due anni, oltre ad una multa di 400 franchi.

Potrebbe interessarti anche
© 2020 , All rights reserved