Media
02.03.2018 - 17:450
Aggiornamento : 19.06.2018 - 15:43

Petizione contro Vosti, la RSI reagisce. "Criticare è legittimo, ma chiedere l'allontanamento è inaccettabile in una società libera e democratica: segnale molto preoccupante"

L'emittente di Comano prende posizione sulla petizione lanciata da Ghiringhelli, che sinora ha comunque raccolto pochissime firme. "Una richieste del genere sarebbe ugualmente inaccettabile se a esserne oggetto fosse stato un collega di qualsiasi altra testata: in gioco c'è la libertà di stampa"

1 anno fa Ghiringhelli, "rimuovete il corrispondente USA della RSI dal suo ruolo". Pontiggia va giù durissimo, "lui sarà fazioso ma tu sei un illiberale tagliatore di teste"
COMANO – La RSI reagisce alla petizione lanciata contro il suo giornalista Andrea Vosti (che abbiamo cercato di contattare, al momento senza successo). Il caso ha scatenato una nuova bufera, e ha fatto discutere anche il sondaggio dei colleghi di tio.ch che chiedevano ai lettori se Vosti fosse davvero fazioso.

Intanto, la petizione di Ghiringhelli ha ricevuto pochissimi consensi, una quarantina di firme.

"La RSI condanna la richiesta, contenuta in una petizione online, di “rimuovere” Andrea Vosti, giornalista e corrispondente da Washington, perché ritenuto “fazioso” dai promotori della petizione”, scrive l’emittente di Comano in una nota.” Se criticare, anche aspramente, il lavoro di un giornalista è legittimo, chiederne l’allontanamento è invece del tutto inaccettabile in una società liberale e democratica ed è un segnale molto preoccupante".

"La RSI sottolinea che una richiesta del genere sarebbe ugualmente inaccettabile se a esserne oggetto fosse un collega giornalista di qualunque altra testata. In gioco c’è la libertà di stampa, che è un valore essenziale della convivenza civile", termina.
Potrebbe interessarti anche
Tags
petizione
vosti
rsi
giornalista
segnale molto
molto preoccupante
segnale molto preoccupante
rsi reagisce
allontanamento
segnale
© 2019 , All rights reserved