ULTIME NOTIZIE News
Cronaca
24.10.2018 - 13:260

Tutti contro la recluta ticinese. "Era solo un gioco"

Una lettera inviata al tenente responsabile dai colleghi di scuola reclute del giovane bullizzato a Emmen scagiona i superiori: "i media hanno modificato la realtà"

EMMEN – Ma dove è la verità sul caso del giovane ticinese preso a sassate e a colpi di noci nella caserma di Emmen? A scatenare mediaticamente il caso era stato il padre, mostrando un filmato divenuto virale fra i soldati che mostrava l’accaduto. 

La giustizia militare sta indagando e alcuni responsabili stanno scontando cinque giorni di prigione, tra cui due sottufficiali e colui che ha girato il video.

Lo sfortunato protagonista ticinese però parrebbe trovarsi solo contro tutti. Già qualche giorno un’altra recluta ticinese (sono tre nel gruppo) aveva smentito tutto, parlando di un gioco.
Ed ora ticinonews.ch è venuto in possesso in esclusiva di un documento, una lettera firmata inviata al tenente responsabile. Si dice che non vi è stato alcun lancio di sassi ma che si è trattato di un gioco. Anzi, le reclute deplorano di non essere creduti e esprimono solidarietà al sergente maggiore, dicendo che i media hanno modificato la realtà, facendo vivere loro giorni difficili. In calce, le firme di tutti, compresi gli altri due ticinesi.

Il padre che aveva mostrato il video, di fronte alla smentita del compagno di scuola reclute del figlio, si era detto pronto a denunciarlo, se la giustizia avesse dato ragione a loro, parlando di arrampicata sugli specchi.

Qualcuno potrebbe obiettare che in molti abbiano “dovuto” firmare la lettera, immaginiamo. Non lo sappiamo, forse difficilmente se ne verrà mai a conoscenza. Il rischio è che la versione che si è deciso di usare come verità poi lo diventi, ufficialmente e verso l’esterno, sul serio. Poi ci sarà quel che sentenzierà la giustizia militare. Certo, il video mostrato dal padre faceva vedere un lancio di qualcosa: sassi, noci, come è stato detto? Oppure era solo un gioco?

Potrebbe interessarti anche
Tags
ticinese
gioco
recluta
giustizia
lettera
video
padre
reclute
emmen
giustizia militare
© 2022 , All rights reserved