ULTIME NOTIZIE News
Cronaca
17.10.2018 - 09:000

Umiliazioni, un video virale, lo scherno: il calvario di un ticinese alla scuola reclute

Racconto shock del padre, che ha mostrato delle immagini girate da un sergente maggiore con amicizie importanti. Suo figlio viene colpito da noci e sassi

EMMEN – Capo chino, di spalle rispetto ai commilitoni, a subire lanci di sassi e noci. È un video virale in tutta la caserma, la vittima è un 24enne ticinese. A denunciare è il padre, al Quotidiano. “Non puoi far niente, è come fermare il vento con un fazzoletto”, si sfoga l’uomo.

Siamo a metà settembre, nel Canton Lucerna, i protagonisti seguono la Formazione d'addestramento della difesa contraerea 33.. Il video risale a questa estate, è divenuto virale da poco tempo. l’ha girato, a quanto pare, un sergente maggiore. Adesso i giovani si trovano a Thusis, ed è stata aperta un’istruttoria preliminare. Una sentenza è attesa nelle prossime settimane. 

La giovane vittima non aveva osato denunciare, ma non sarebbe l’unico sopruso, perché il sergente aveva amicizie importanti.
Assieme al 24enne, vi sono altri due ticinesi, e tutti e tre subiscono regolarmente dai commilitoni svizzero tedeschi, in particolare dal sergente, che li voleva ridicolizzare. “È entrato nella camerata, li ha fatti mettere tutti in piedi, mio figlio è dovuto rimanere in mutande, con gli altri che schernivano”, racconta il padre. 

Non vuole una pena, più che altro lanciare un messaggio alle prossime reclute ticinesi, che saranno spesso in maggioranza: denunciare.

Potrebbe interessarti anche
Tags
video
sergente
ticinese
padre
reclute
video virale
ticinesi
amicizie
vittima
figlio
© 2022 , All rights reserved