ULTIME NOTIZIE News
Cronaca
28.09.2022 - 15:000

Il 50% degli svizzeri vorrebbe misure obbligatorie per risparmiare energia

Lo rivela un sondaggio di Tamedia. Praticamente nessuno sarebbe disposto a rinunciare alla doccia calda e all'uso dei fornelli, ma tanti abbasserebbero la temperatura

BERNA - A che cosa sarebbero pronti a rinunciare gli svizzeri per risparmiare energia? Tamedia lo ha chiesto in un sondaggio, da cui è emerso che la metà dei cittadini teme che ci sarà una carenza di energia, di gas naturale o di entrambi.

Per contro un terzo non è affatto preoccupato.

Dai dati di qualche giorno fa era emerso che per il momento non sono stati presi, da parte dei singoli, provvedimenti per risparmiare (leggi qui).

Stando al sondaggio, gli svizzeri si dividono nettamente da tra chi preferirebbero che il Consiglio Federale rendesse obbligatorie delle misure, senza affidarsi solo alla volontà dei cittadini, e chi non lo vorrebbe. La metà sarebbe infatti favorevole, il 48% contrario.

Ma a cosa si è pronti a rinunciare? Non alla doccia calda (lo ha detto il 90%), al cellulari o ai fornelli (94%).

Per contro, si farebbe a meno dell'asciugatrice (63%). Più della metà degli svizzeri sarebbe anche disposto a abbassare la temperatura della propria abitazione a 19 gradi (il 56% degli interpellati). 

Inoltre il 32% di chi ha parlato con Tamedia potrebbe rinunciare al trasporto pubblico, il 25% alla luce, il 20% all'aspirapolvere, il 19% al congelatore e il 18% alla televisione e all'ascolto di musica.

 

Potrebbe interessarti anche
Tags
risparmiare energia
risparmiare
misure
energia
vorrebbe
tamedia
sondaggio
berna
doccia calda
fornelli
© 2022 , All rights reserved