ULTIME NOTIZIE News
Economia
11.10.2022 - 14:530

I consigli del TCS per risparmiare energia al volante: "Inutile cercare il benzinaio meno caro se porta a lunghe deviazioni"

Sarebbe possibile risparmiare dal 10% al 20% a livello di energia con alcuni accorgimenti. "Rimuovete pesi inutili, utilizzate l'aria condizionata solo se fuori c'è una temperatura dai 18 gradi, usate i riscaldamenti solo in caso di necessità"

BERNA  - Ormai si cercano tutti i modi per risparmiare energia, data la crisi energetica e i prezzi elevati del gas: dalla doccia in due proposta da Simonetta Sommaruga ai consigli del Consiglio Federale, sino alla pasta da cuocere la pasta con l'acqua bollita sul gas spento. Quindi, perchè non adottare misure che permettano di ridurre i consumi al volante?

Secondo il TCS ci sono metodi che permettono un risparmio sino al 20%, sia con veicoli a combustione che con quelli elettrici e ancora per gli ibridi.

In una nota, il Touring Club Svizzero lascia qualche suggerimento.

"Il consumo di energia dipende principalmente dal tipo di auto e dallo stile di guida individuale. Se si seguono questi consigli, è possibile risparmiare dal 10 al 20% di carburante o di energia elettrica", spiega. 

Dunque: "controllare regolarmente la pressione degli pneumatici e gonfiarli fino a 0,5 bar in più rispetto a quanto specificato dal costruttore, rimuovere dall’auto pesi inutili prima di spostarsi, lo stesso vale per i portapacchi inutilizzati, che devono essere rimossi prima del viaggio. Si consiglia di utilizzare l’aria condizionata solo a partire da una temperatura esterna di circa 18 gradi, se il parabrezza non è appannato. Anche i riscaldamenti
per sedili, volante, specchietti laterali e parabrezza consumano energia e devono essere utilizzati solo in caso di necessità".

Inoltre, si dovrebbe "guidare con lungimiranza, anticipazione, equilibrio, distanza sufficiente e, se possibile, con il regolatore di velocità. Infine, bisogna sfruttare lo slancio del veicolo prima di incroci e semafori".

Se si ha un veicolo a combustione, "se disponibile, è meglio utilizzare il sistema di avviamento automatico Start&Stop. Per i veicoli senza questo dispositivo, è opportuno spegnere il motore per le soste oltre i 5-10 secondi. Con le auto a cambio manuale, accelerate rapidamente e cambiare marcia già a bassi giri (le auto a benzina a 2000, le auto diesel a 1500 giri). Pure in salita, utilizzare sempre la marcia più alta possibile. Per i veicoli con cambio automatico, scegliere la modalità Eco ed evitare la modalità Sport".

Per contro, per auto elettriche e ibride si consiglia di "utilizzare e sfruttare la funzione di recupero di energia e di veleggio in modo mirato. Per i veicoli plug-in, se possibile, sui tragitti brevi utilizzare solo il riscaldamento dei sedili e del volante. Evitare di riscaldare tutto l’abitacolo. Per i veicoli ibridi, sfruttare al massimo la modalità elettrica".

Il costo della benzina è un tallone d'Achille, soprattutto per regioni come il Ticino, in particolare vicino al confine. Ma il TCS ha una posizione precisa anche sul fatto di andare a cercare il prezzo più basso: "In Svizzera, i prezzi del pieno di benzina o diesel e della ricarica elettrica variano notevolmente da regione a regione. Tuttavia, fare lunghe deviazioni per il rifornimento o la ricarica non è conveniente e, in ultima analisi, comporta un maggiore consumo di energia. Per risparmiare sui costi e non dover percorrere
chilometri in più, in genere è più sensato tenere d'occhio i prezzi delle varie stazioni di rifornimento e di ricarica lungo il tragitto quotidiano e servirsi presso i fornitori più economici. Se si ha anche la possibilità di caricare la batteria a casa o al lavoro, si possono ridurre ulteriormente costi".

Potrebbe interessarti anche
Tags
auto
lunghe deviazioni
risparmiare energia
volante
deviazioni
risparmiare
consigli
tcs
energia
benzina
© 2022 , All rights reserved