ULTIME NOTIZIE News
Politica
22.09.2022 - 09:260

Zali, il rincaro energetico e la doccia in due: "Un blackout in Germania sarebbe devastante"

Il leghista commenta le misure comunicate ieri: "Non abbiamo certo intenzione di entrare nelle case della popolazione per controllare quanti gradi ci sono negli appartamenti. La situazione non è sotto il nostro controllo"

BELLINZONA - Dopo le misure comunicate ieri dal Cantone per ridurre il consumo energetico (leggi qui), il Consigliere di Stato Claudio Zali ha sottolineato come sia importante che ciascuno si comporti con responsabilità e che lo Stato sia il primo a dare il buon esempio.

Ma non ci saranno controlli, come aveva paventato qualcuno con volantini farsa che avevano fatto discutere (leggi qui): "Tutti noi siamo chiamati a essere responsabili. Ma non abbiamo certo intenzione di entrare nelle case della popolazione per controllare quanti gradi ci sono negli appartamenti. E non intendiamo neppure raccomandare di fare la doccia in due", ha chiarito al Corriere del Ticino.

Che coi colleghi de La Regione analizza il contesto, partendo da quanto sta succedendo sul piano globale: "Putin chiama la mobilitazione generale e la nafta sale del 10% in pochi minuti. La situazione è grave e non abbiamo alcuna possibilità di controllo ma solo quella di prepararci al meglio. Sapendo che un eventuale blackout in Germania potrebbe avere conseguenze devastanti anche qui".

Dunque, non si vogliono certo far salire i timori della popolazione con le misure (paure già comunque presenti e alte). "Facciamo ciò che possiamo nella consapevolezza che se è minore il fabbisogno nel momento più delicato, maggiore è la possibilità di resistere".

Potrebbe interessarti anche
Tags
germania
due
blackout
doccia
zali
misure
popolazione
certo intenzione
comunicate ieri
misure comunicate
© 2022 , All rights reserved