Politica
14.01.2018 - 18:080
Aggiornamento : 19.06.2018 - 15:43

I "magnifici sei"... quanto ci costano?

Pronzini ha ricevuto la risposta dal Governo in merito alle spese sostenute per i privilegi di Consiglieri di Stato e Cancelliere: Vitta e Gobbi hanno superato il massimo consentito per pranzi e aperitivi, tutti hanno diritto all'auto con autista anche per la famiglia in casi particolari"

BELLINZONA – 10mila franchi come regalo esente di imposta, oltre a due mensilità a fine anno, un forfait annuo, un rimborso di 300 franchi mensili per il cellulare e l’abbonamento del treno FFS.

Matteo Pronzini aveva chiesto in un’interrogazione di quali privilegi godessero Ministri e Cancelliere, ed è probabilmente rimasto stupito di vedere la lunga lista, pubblicata oggi dal Caffè.

Perché non è finita:  ci sono anche luso dell’auto di Stato con tanto di autista "in casi particolari anche per affari privati e per farsi accompagnare da propri familiari in caso di trasferte di carattere protocollare", l’abbonamento a giornali e riviste, parcheggio e servizi di pulizia dell’auto a spese dello Stato, il ricorso agli autisti per piccole commissioni, cartoline e francobolli gratis.

Le spese per eventuali aperitivi e pranzi sono a carico dello Stato: Norman Gobbi ha presentato un conto di 20mila franchi, Claudio Zali, 1’651 franchi,  Manuele Bertoli 2’471 franchi, Paolo Beltraminelli 3’185 franchi e Christian Vitta 5'690 franchi. Il massimo sarebbe 5’000….
© 2020 , All rights reserved