Torino
0
Lazio
0
1. tempo
(0-0)
Aarau
Rapperswil
16:00
 
Losanna
Vaduz
16:00
 
Wil
Chiasso
16:00
 
Winterthur
Sciaffusa
16:00
 
Servette
SC Kriens
16:00
 
SONEGO L. (ITA)
0
Federer R. (SUI)
0
1 set
(2-5)
BENCIC B. (SUI)
PONCHET J. (FRA)
15:30
 
Russia
Repubblica Ceca
15:45
 
Torino
SERIE A
0 - 0
1. tempo
0-0
Lazio
0-0
Ultimo aggiornamento: 26.05.2019 15:11
Aarau
CHALLENGE LEAGUE
0 - 0
16:00
Rapperswil
Ultimo aggiornamento: 26.05.2019 15:11
Losanna
CHALLENGE LEAGUE
0 - 0
16:00
Vaduz
Ultimo aggiornamento: 26.05.2019 15:11
Wil
CHALLENGE LEAGUE
0 - 0
16:00
Chiasso
Ultimo aggiornamento: 26.05.2019 15:11
Winterthur
CHALLENGE LEAGUE
0 - 0
16:00
Sciaffusa
Ultimo aggiornamento: 26.05.2019 15:11
Servette
CHALLENGE LEAGUE
0 - 0
16:00
SC Kriens
Ultimo aggiornamento: 26.05.2019 15:11
SONEGO L. (ITA)
0 - 0
1 set
2-5
Federer R. (SUI)
2-5
ATP-S
ROLAND GARROS FRANCE
Winner plays Otte.
Ultimo aggiornamento: 26.05.2019 15:11
BENCIC B. (SUI)
0 - 0
15:30
PONCHET J. (FRA)
WTA-S
ROLAND GARROS FRANCE
Winner plays Siegemund or Zhuk S.
Ultimo aggiornamento: 26.05.2019 15:11
Russia
MONDIALI
0 - 0
15:45
Repubblica Ceca
Ultimo aggiornamento: 26.05.2019 15:11
Politica
08.03.2018 - 13:060
Aggiornamento : 19.06.2018 - 15:43

I ristorni legati ai parcheggi? Romano sonda il terreno con una serie di domande al Consiglio Federale

Il pipidino aveva annunciato che avrebbe affrontato il tema, e chiede: "c'è l'opportunità di discutere con l'Italia per far sì che i ristorni del 2018 e 2019 siano legati ai parcheggi? Si può vincolare la somma per una determinata opera? E il Cantone che margine di manovra ha per un accordo con la Lombardia?"

1 anno fa Se il buongiorno si vede dal mattino.. ops! Primi problemi per la Stabio Arcisate: guasti, ritardi e cancellazioni per mancanza di documenti
1 anno fa Il "treno dei frontalieri" e i suoi eterni problemi. Pronzini, "Consiglio di Stato, non puoi intervenire presso le FFS?"
1 anno fa "Un disastro assoluto". Bocciature per "il treno dei Puffi", molti puntano il dito sui posteggi: è davvero colpa di quelli?
BERNA – I ristorni per coprire la mancanza cronica di posteggi, uno dei problemi legati alla linea Varese-Lugano (non gli unici, purtroppo…). Un tema già emerso in precedenza, non solo per la tratta inaugurata da poco, ma sempre bocciato a livello ticinese. Marco Romano, quando la tematica, a pochi giorni dall’apertura della “linea dei frontalieri” aveva mostrato quanti pochi posteggi ci fossero, aveva annunciato di voler parlare con Consiglio Federale in modo da legare i ristorni al miglioramento della situazione.

Ora torna sull’argomento con un’interpellanza, spiegando che “l’accordo fiscale vigente sull’imposizione dei frontalieri in Ticino prevede un annuale versamento di una quota parte del 38,8% dell’importo totale incassato dall’erario svizzero a favore dell’Italia, comunemente definito ristorno. "Il versamento è eseguito dall’autorità cantonale nell’ambito dell’accordo bilaterale CH-I vigente.
Storicamente il ristorno, che lo Stato centrale italiano riversa ai comuni di frontiera e che garantisce per quest’ultimi una risorsa fiscale rilevante, ha anche una valenza di compensazione fiscale destinata a coprire spese e investimenti per infrastrutture pubbliche". Ecco, in poche, parole cosa sono e a che cosa servono i ristorni.

E si arriva alla nuova linea, “un’opera internazionale destinata ad offrire un servizio ferroviario pubblico efficiente per gestire il traffico transfrontaliero tra Nord Italia e Ticino. Il collegamento ferroviario rappresenta un’opportunità per gli oltre 60 mila frontalieri che si muovono quotidianamente nella regione. L’utilizzo massiccio della ferrovia decongestionerebbe notevolmente le strade che sono al collasso. A collegamento avviato, è emersa la problematica della cronica e grave mancanza di posteggi presso le stazioni ferroviarie su lato italiano. Il trasporto pubblico su gomma verso le stazioni ferroviarie italiane è carente e l’assenza di posteggi atti a stimolare il Park&Rail (P&R) presso le stazioni compromette l’utilizzo della ferrovia", prosegue Romano.

Dunque, convinto che il tema potrà diventare centrale nel discorso politico ticinese, chiede al Consiglio Federale:

“1) Il Consiglio Federale intravede l’opportunità di discutere con l’Italia la possibilità che i ristorni dei prossimi anni, ad esempio 2018 e 2019, siano destinati specificatamente a realizzare parcheggi P&R presso le stazioni italiane della linea ferroviaria Varese-Lugano?

2) Il quadro normativo internazionale vigente permette di creare un vincolo formale per l’utilizzo dei ristorni per realizzare parcheggi P&R?

3) In assenza di possibilità formali, quali azioni intende intraprendere la Confederazione per stimolare la realizzazione delle opere necessarie a utilizzare la linea ferroviaria?

4) Quale margine è dato al Cantone, nell’ambito delle proprie competenze di politica internazionale transfrontaliera, di costruire un accordo con la regione Lombardia che vincoli l’utilizzo dei ristorni alla realizzazione dei P&R?

5) Il Consiglio federale intravvede altre possibilità politiche e operative per realizzare le infrastrutture mancanti?”
1 anno fa Il collegamento è realtà! Un treno che unisce l'Insubria
1 anno fa "Destiniamo i soldi dei ristorni 2018 ai parcheggi". Marco Romano pronto a parlarne col Consiglio Federale
Potrebbe interessarti anche
Tags
consiglio
ristorni
consiglio federale
federale
parcheggi
linea
utilizzo
italia
posteggi
accordo
© 2019 , All rights reserved