Cronaca
22.12.2017 - 09:000
Aggiornamento : 21.06.2018 - 14:17

Dopo l'abbassamento del moltiplicatore, il PPD ritira il ricorso sulla legge sul sacco. "Ma non si dica che il regolamento non è pronto per quello"

Soddisfatti che la loro proposta sia stata accolta, pur fra le polemiche, i pipidini tornano sul tema annunciando il ritiro del ricorso al TRAM. "Discutere del tema ha fatto sì che Foletti portasse finalmente in Municipio il regolamento"

LUGANO - Detto fatto, scrive il PPD. I luganesi non pagheranno due volte, ovvero alla tassa sul sacco è seguito l'abbassamento del moltiplicatore. 

"Perché questa proposta? Perché il Municipio ha inserito nei conti preventivi del 2018 l'incasso di 5 milioni di franchi quale tassa sui rifiuti. Una nuova tassa che a Lugano non è mai esistita: nella nostra Città i costi per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti venivano sinora pagati prelevandoli dalle imposte. Senza il coerente intervento del PPD i cittadini di Lugano avrebbero pertanto pagato due volte il medesimo servizio!", si legge in una nota.

"Il giorno stesso in cui la tassa sul sacco è stata accettata in votazione popolare, il PPD l’aveva promesso: a Lugano il moltiplicatore dovrà scendere dell'importo corrispettivo prelevato con questa nuova tassa. Promessa mantenuta! Abbassare il moltiplicatore d’imposta è stato unicamente un atto di giustizia e di correttezza verso i cittadini!", continua il comunicato.

"Tale logica misura è stata sostenuta anche dal PLR, dall'UDC, da parte dei Verdi e a lla fine (dopo essersi in un primo momento rifiutatapilatescamente di votare) anche dalla Lega", ma non sono le uniche cose positive scaturite: "Tale sensata misura ha inoltre già avuto un effetto positivo: far finalmente portare in Municipio dal capodicastero Finanze il nuovo Regolamento sui rifiuti. Con tale ritardo, contrariamente a quanto voluto far credere dall'on.Foletti, il ricorso presentato a suo tempo dal PPD non c'entra proprio nulla! Ma, per evitare alcun tipo di strumentalizzazione o scappatoia politica, ora che il nuovo Regolamento è sul tavolo dell'Esecutivo, ora che il moltiplicatore è sceso al 78% e a seguito del risultato della votazione popolare sulla tassa sul sacco, abbiamo ritirato il nostro ricorso al Tribunale amministrativo".

La vera notizia è dunque questa: il ricorso è stato ritirato. 

"Vigileremo comunque affinché il nuovo Regolamento contempli le tariffe più basse e sociali possibili e che si tenga conto delle famiglie con bambini e delle persone anziane. Il confronto politico c'è stato. Non è più il tempo d’inutili e sterili polemiche. Collaboriamo tutti affinché alla fine del 2018 Lugano chiuda i propri conti ancora in positivo!", termina il PPD- 
Potrebbe interessarti anche
© 2020 , All rights reserved