Cronaca
20.02.2019 - 21:580

Un altro no per Pronzini. "I Ministri non hanno rubato niente. Si lavorerà sulla base legale per le pensioni"

Il Gran Consiglio ha detto no a una causa civile di risarcimento da parte dei Consiglieri di Stato. Il deputato dell'MPS battibecca con Pinoja: "Troverò qualcosa anche su lei"

BELLINZONA – Un altro no per Pronzini. Oggi il Gran Consiglio ha respinto la sua richiesta di causa civile per il versamento del supplemento sostitutivo AVS/AI e i riscatti e i prelievi anticipati per il finanziamento dell’abitazione primaria dei ministri. 

Dopo rimborsopoli, si chiude (in teoria) anche pensionopoli, anche se ovviamente il tema dovrà essere affrontato (c’è una raccolta firme del PS).

Ben 55 i no, solo 15 i sì per la richiesta del deputato MPS. Che ha battibeccato con il relatore del rapporto dove si riportavano le conclusioni della Commissione Gestione e Finanze, l’UDC Gabriele Pinoja, dicendogli “troverò qualcosa anche su di lei”. 

“Oggi assistiamo all’ennesimo atto di un film ben congegnato da Pronzini e da altri dell’MPS. Un film cominciato con la pretesa di risarcimento seguita poi da perizie e segnalazioni al procuratore generale. Ma ora spero che siamo ai titoli di coda di questo film un po’ stucchevole e noioso che a nulla serve se non a lanciare delle ingiurie”, ha attaccato Alex Farinelli per il PLR. 

“Possiamo concludere con ragionevole certezza che non vi è nulla di illecito. È stato un lavoro duro, spesso ritardato da queste polemiche”, ha rimarcato il leghista Michele Guerra, mentre il pipidino Bacchetta Cattori ha sottolineato come il rimprovero va fatto, più che ai Ministri, a Gestione e Parlamento, per le basi lacunose. Il PS ha chiesto una soluzione politica e non giuridica, parlando della sua iniziativa.

Per Pronzini, i Consiglieri di Stato hanno incassato 5 milioni in modo abusivo e senza base legale. Ma, ha insistito Pinoja, nessuno ha rubato nulla. E le perizie, una di Veronelli, giurista del Gran Consiglio, e una richiesta dall’MPS e redatta da Grisel? “Sui riscatti Grisel non si esprime e Veronelli non entra nel merito rimandando a coloro che hanno fatto i calcoli per verificarne correttezza”, ha spiegato il democentrista.

Dunque, tutto poco chiaro. Ci si sta lavorando. Se ne discuterà. Ma Pronzini incassa un altro no.

© 2020 , All rights reserved