Mixer
24.03.2018 - 12:410
Aggiornamento 19.06.2018 - 15:43

La produzione ticinese, "progetti legati e una sola essenza con lo scopo di far divertire la gente". Diego Bernasconi torna a teatro e fa satira sulla... tv

A metà aprile in tre serate andrà in scena il nuovo spettacolo scritto e diretto dal Peter, nipote della Palmira (che tornerà al cinema? "Resterà nel cuore di tutti", è la risposta"). "Sette attori, 44 personaggi e 15 scene, con un'emittente ad hoc, la TV del Mendriosiotto. Una nuova sfida!"

3 anni fa «Candidati, visto che votazione il Peter?» La Palmira sfida James Bond
2 anni fa La Palmira va a Soletta
11 mesi fa Bernasconi e Bussenghi sulla Luna!
MENDRISIO – La Palmira, i Frontaliers, l’ultimo spettacolo di Flavio Sala… in Ticino c’è voglia di ridere con produzioni locali, usando il dialetto, gli stereotipi, la risata nostrana. Con questo spirito, a metà aprile torna in scena la Compagnia Comica di Mendrisio, con uno spettacolo scritto e diretto da Diego Bernasconi, alias ul Peter, nipote della Palmira. Ma, ovviamente, non solo questo.

Da anni scrive e interpreta commedie, e questa volta l’appuntamento è il 13, 14 e 15 aprile al Teatro Plaza di Mendrisio. Lo spettacolo comico e satirico, avrà come protagonisti Giorgio Beretta, Sara Crivelli Raas, Davide Maggi, Fabiola Jelmini, Matteo Gerosa, Sara Camponovo, Edy Muscionico, i quali interpreteranno 44 personaggi spaziando tra politici, sportivi, personalità ticinesi e internazionali.

Abbiamo colto l’occasione per parlare con Bernasconi della commedia dialettale, del successo dei Frontaliers e anche… di No Billag. La tv entra comunque in gioco, poiché lo scopo è prendere in giro, o meglio fare satira (altro tema discusso in Ticino, soprattutto da personaggi politici…) sui programmi tv.

Ci parli un po' di questo spettacolo... La trama com'è? In che senso verranno interpretati 44 personaggi?
“Con questo spettacolo teatrale si vuole fare della satira dedicata ai programmi televisivi e radiofonici, ticinesi e non, di maggior successo. Per riunire tutto questo nell'atto unico di una piece teatrale, si è deciso di creare un'emittente ad hoc, "TeleOtto, la TV del Mendrisiotto"! Essa nasce sulle ceneri di RadiOtto, gestita da una coppia di anziani la cui nipote vuole dare un nuovo volto e rinfrescare il Network! I sette attori protagonisti dovranno affrontare ben 44 personaggi, in 15 differenti scene con diversi cambiamenti di genere. Una nuova sfida per la Compagnia Comica di Mendrisio che, con questa nuova veste, si rimette in gioco proponendo e ri-proponendo la satira a teatro!”

Dopo il film La Palmira il suo modo di lavorare è cambiato?
“Questo è il secondo spettacolo che porto in scena dopo il film, il primo è stato "Ul Requiem di Bechitt" una classica commedia dialettale tratta dal mio primo romanzo "Lutto alle pompe funebri".
Non esiste un "modo di lavorare", ma sicuramente ogni esperienza aiuta a crescere e migliorarsi”

A livello ticinese c'è stato il grande successo dei Frontaliers, se lo aspettava? Può essere qualcosa di positivo oppure un ostacolo per altre produzioni locali come la vostra?
“I Frontaliers e i nostri progetti sono legati. Con Flavio Sala, Alberto Meroni e Luca Morandini siamo una sola essenza, nel senso che ci ascoltiamo, proponiamo e facciamo in modo che la nostra creatività prenda forma. Sarebbe da stupidi ostacolarsi a vicenda quando lo scopo finale è far divertire e quindi far stare bene la gente”.

Il dialetto e la sua produzione erano davvero in pericolo con la votazione No Billag?
“Il dialetto no di sicuro, visto che si tratta di un idioma e non vedo come possa essere legato ad una votazione. Per il resto non saprei come rispondere...” (la domanda verteva sul fatto che uno dei temi dei contrari di No Billag era che si sarebbero tagliati i fondi alle commedie dialettali, ndr).

Dopo tanti anni scrive ancora, dove trova l'ispirazione?
“L'ispirazione arriva quando si è dei buoni osservatori della quotidianità, quando si riesce a cogliere le belle cose dalla vita. Quindi: finché c'è vita, l'ispirazione non potrà mancare”

Rivedremo la Palmira a teatro o al cinema?
“La Palmira sarà sempre nei cuori di tutti!!!!”

I biglietti sono in prevendita da subito alle casse dei cinema di Mendrisio ed online in http://www.mendrisiocinema.ch Prenotazioni telefoniche allo 091 646 16 54 dalle 18 alle 22.
11 mesi fa Bussenghi e Bernasconi, due amici-nemici che non possono stare l'uno senza l'altro. I Frontaliers promossi, tra risate, luoghi comuni, cambiamenti e un finale... tutto come prima
10 mesi fa Altro che Checco Zalone... I Frontaliers sbarcano in Italia e preparano 'Catastrofe' e 'Apocalisse'!
Potrebbe interessarti anche
Tags
palmira
spettacolo
satira
teatro
personaggi
frontaliers
bernasconi
scopo
no
far divertire
© 2018 , All rights reserved