Media
18.05.2018 - 16:550
Aggiornamento : 19.06.2018 - 15:43

"Il Giornale del Popolo - La Rivista" o "Rivista del Popolo": non tutto è perduto!

La Fontana Print di Pregassona sarebbe interessata ad andare in aiuto del quotidiano che ha annunciato ieri all'improvviso la sua chiusura: l'idea base sarebbe di trasformarlo in un settimanale. La Curia pronta a creare un fondo di solidarietà per i dipendenti che oggi sono al lavoro

LUGANO – La Curia è stata criticata per la vicenda legata alla chiusura del Giornale del Popolo. Oggi la Diocesi prende ancora posizione, affermando che “il Vescovo conferma di avere a cuore la sorte delle collaboratrici e dei collaboratori del Giornale del Popolo”.

E per quanto concerne il piano sociale che non è stato possibile approntare, spiega che “compatibilmente a quanto richiede la legge in caso di deposito dei bilanci, è sempre stato suo vivo desiderio avere un’attenzione e una cura alle persone, nel solco della dottrina sociale della Chiesa. Dopo la decisione del pretore sarà dunque fatto tutto il possibile per creare un fondo di solidarietà e di aiuto per i  dipendenti”.

Non tutto, però, sembra perduto. A farsi avanti con un progetto che parrebbe concreto è la Fontana Print di Pregassona (che si occupa già di diverse testate), che vorrebbe incontrare Vescovo e direzione. L’intenzione di base sarebbe quella di trasformare il giornale in un settimanale, e sarebbero già pronti anche i possibili nomi: o il “Giornale del Popolo – La rivista”, oppure  “Rivista del Popolo”. Anche se qualche rumors che ci è giunto specificherebbe che si accarezza l’idea di mantenere il quotidiano.

Chissà. Intanto, uno spiraglio c’è. I dipendenti per contro sono al lavoro e non paiono intenzionati a mollare. 
© 2020 , All rights reserved